• Trade

Andreola per la prima volta fuori dalla Valdobbiadene Docg: acquisito un nuovo vigneto sulle Dolomiti Bellunesi

Dello stesso argomento

BANNER

Andreola, uno dei grandi protagonisti delle colline del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, sale in quota. L’azienda ha infatti acquisito un vigneto di 9 ettari nella frazione di Carmegn, Comune di Sedico, nel cuore delle Dolomiti Bellunesi. Per un nuovo progetto che volge lo sguardo alla viticoltura di montagna. Saranno un Traminer Aromatico ed un Riesling Renano i due vini che daranno il via al marchio “Stefano Pola, Viticoltore di montagna”.

“Dal 1984, ci prefiggiamo l’ambizioso obiettivo di esprimere, attraverso le nostre bollicine, la vera essenza del nostro territorio”, spiega Stefano Pola, titolare della realtà di Farra di Soligo. “La viticoltura eroica a Valdobbiadene è senza dubbio uno dei tratti più distintivi e identificativi della nostra produzione. Fatica e verticalità sono concetti fortemente radicati all’interno della filosofia aziendale. Da qui, il desiderio di spostarci ancora più in alto. Da pionieri dell’eroico, oggi la nuova sfida è quella della viticoltura di montagna”.

Stefano Pola, Viticoltore di montagna: Andreola per la prima volta fuori Valdobbiadene Docg: un vigneto e due vini nelle Dolomiti Bellunesi.
Andreola, Valdobbiadene

In arrivo due nuovi vini dalle Dolomiti Bellunesi per Andreola: nasce il marchio Stefano Pola, Viticoltore di montagna

Andreola, azienda agricola di Farra di Soligo, sceglie dunque le Dolomiti Bellunesi per la sua prima uscita dai confini territoriali del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg.

La nuova vigna di Carmegn, impiantata a Traminer Aromatico e Riesling Renano, si trova in un altopiano, a circa 650 m.s.l.m., con esposizione Sud-Ovest e condizioni pedologiche particolarmente adatte alla viticoltura. 

“Il suolo ha ottime caratteristiche: è di medio impasto, con presenza di detriti calcarei tipici delle zone montane, dove qualche fascia fa emergere sabbie cementate a costituire delle arenarie e zone in cui emergono delle marne, ossia vecchie argille”, spiega Mirco Balliana, enologo di Andreola, in merito al nuovo vigneto. 

“Un terreno con ottime capacità di drenaggio e aereazione, in grado di dar vita a vini dalla spiccata finezza olfattiva. Le uve di questo terreno, siamo certi ci daranno molte soddisfazioni”.

Si apre, dunque, una nuova sfida per l’azienda agricola guidata da Stefano Pola, che esce dai confini territoriali della Denominazione e guarda alle vicine Dolomiti, diversificando con coerenza la sua produzione “eroica”. 

I primi vini prodotti con le uve di questa nuova acquisizione saranno un Traminer Aromatico ed un Riesling Renano, che verranno proposti sul mercato con il nuovo marchio “Stefano Pola, Viticoltore di montagna” e con un’immagine e un packaging dedicati.

banner
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER