https://www.masi.it/it/vini/costasera-amarone-valpolicella-classico-docg
  • Trade

Il Conegliano Valdobbiadene in UK per far crescere ancora la denominazione

Dello stesso argomento

BANNER MASOTTINA

Il Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg prosegue il  percorso di formazione e approfondimento delle tematiche legate alla Denominazione e il 9 e il 10  ottobre, la denominazione è tornata nel Regno Unito per incontrare gli studenti e i produttori locali, la stampa e gli operatori. L’attenzione  sarà puntata suoi valori identitari del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg espressi attraverso il suo territorio e le sue selezioni enologiche. Diverse le azioni che caratterizzeranno le due giornate. Il 9 ottobre ha avuto luogo una Masterclass organizzata al Plumpton College – Wine Department, indirizzata agli studenti  del corso dedicato, ma anche agli ex – studenti del College, produttori e alla stampa. Ad animare questa sessione la presenza di Diego Tomasi, Direttore del Consorzio, accompagnato dalla Master of Wine Sarah Abbott e da due produttori della Denominazione.

Il 9 e il 10 ottobre il Conegliano Valdobbiadene torna nel regno unito per la denominazione, Plumpton College
Ph Beatrice Pilotto -In copertina Christopher Lanaway

Il loro compito è stato quello di accrescere l’interesse rispetto ai diversi  terroir che caratterizzano la zona del Conegliano Valdobbiadene, mettendo a confronto i vini in degustazione sulla base di diversi residui zuccherini, oltre ad illustrare il metodo Charmat e la tipologia Sui Lieviti. 

Nella giornata di ieri, 10 ottobre, nella cornice dell’Icetank di Londra, 15 produttori della Denominazione hanno partecipato al walk around tasting: Biancavigna, Bival, Bortolin Angelo, Bortolin Fratelli, Bortolomiol,  Bortolotti, Bottega, Ca’ Dei Falchi, Gemin, Montesel, Perlage, Santa Margherita, Sorelle Bronca, Val D’Oca e  Valdellövo. Un grande ritorno nel Regno Unito da parte delle aziende del Conegliano Valdobbiadene: i  professionisti e la stampa presente hanno avuto modo modo di conoscere realtà tra loro diverse per dimensioni e  tradizioni. 

La giornata si è conclusa con due Masterclass ancora animate dal Direttore del Consorzio e dalla Master of  Wine Sarah Abbott che si sono dedicati alla presentazione delle piccole realtà della Denominazione e al forte  legame con il terroir. 

Conegliano Valdobbiadene: il Regno Unito si conferma la principale destinazione dell’export

“Il Regno Unito si conferma anche per il 2022 la prima destinazione dell’export del Conegliano Valdobbiadene  in volume e in valore raggiungendo circa 56 milioni di euro, con un incremento rispetto al 2021 del +11,3% in  valore e del +7% in volume”, dichiara la Presidente del Consorzio Elvira Bortolomiol e prosegue: “Siamo  soddisfatti della partecipazione attiva delle nostre aziende, anche delle nuove generazioni, che si mettono a  confronto con un mercato cruciale per la nostra Denominazione”. 

“Ci lusinga essere stati nuovamente invitati dalla più importante università ad indirizzo enologico inglese,  questo sta a significare come la nostra cultura vitivinicola, esaltata all’interno del calice, sia percepita come  un faro dell’enologia internazionale – commenta il Direttore del Consorzio, Diego Tomasi.

Anno dopo anno, come in questo 2023, nel Regno Unito si stanno allacciando nuove collaborazioni o consolidando delle altre sia in ambito  scientifico, enologico come Plumpton College e International Wine Spirits Competition, sia in ambito culturale come If Opera; tali relazioni nascono e continuano sempre con lo scopo di far emergere i caratteri storici,  ambientali e antropici che hanno fatto grande il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg”. 

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER