• Spirits

Amaro Santoni, lo spirit toscano a base di rabarbaro che piace ai mixologist contemporanei

Spirits
BANNER

Simone Caporale, Global Ambassador Partner di Amaro Santoni, ha ottenuto un risultato eccezionale nella classifica dei 50 migliori bar del 2023, raggiungendo la prestigiosa prima posizione con il suo locale, il Sips di Barcellona, ​​che è anche co-proprietario insieme a Marc Álvarez. Questa straordinaria realizzazione sottolinea il talento e la creatività straordinaria di Caporale e Álvarez, che sono riconosciuti come due dei bartender più innovativi e influenti a livello globale. Il Sips è un autentico gioiello nell’ambito della mixology, e questo riconoscimento sottolinea la loro costante ricerca dell’eccellenza nella preparazione di cocktail e nell’esperienza offerta ai clienti. Un traguardo che onora la dedizione e l’arte di questi due professionisti del mondo dei cocktail.

Simone Caporale, premiato fuoriclasse e Global Ambassador Partner di Amaro Santoni

Fin da giovanissimo, Simone ha coltivato la sua passione per la mixology maturando esperienze significative fuori dai confini nazionali, dove ha avuto modo di confrontarsi con i professionisti più rappresentativi del settore. Ed è a Londra che il suo nome ha iniziato a emergere, a partire dall’Artesian Bar dove ha lavorato fino al 2015.

La sua capacità è sempre stata quella di intuire le richieste della clientela, anticipando i trend del settore sia nell’allestimento di un locale sia nelle proposte dei cocktail. Intuizioni che lo guidano anche nella sua attività di Global Ambassador Partner per Amaro Santoni, l’aperitivo amaro a base di rabarbaro, nato dalla lunga esperienza liquoristica toscana. È uno spirito bilanciato, di alta qualità, a base di oltre trenta botaniche e dal sapore insieme dolce e amaro, dato dalle note agrumate, dalla foglia di olivo, dal fiore dell’iris.

“Amaro Santoni rappresenta l’aperitivo italiano in chiave contemporanea. – racconta Caporale – Abbiamo aggiunto alla sua anima tradizionale un ‘dash’, un pizzico di novità, come il suo gusto dolce-amaro, affinché potesse piacere alle giovani generazioni, alla ricerca di modi più semplici e leggeri di bere con moderazione”. È un amaro versatile in miscelazione e gradevole in purezza, sempre più presente nei bar, negli hotel e nelle case di tutto il mondo.

Come nasce Amaro Santoni

L’Amaro Santoni nasce a Chianciano Terme nel 2018 ispirandosi a una antica ricetta della famiglia Santoni, dove sono racchiusi tutti gli elementi che sanno di Toscana.

L’attenzione verso le nuove tendenze e il legame con la storia del territorio caratterizzano anche il design della bottiglia, che, leggera ed elegante, richiama lo splendore architettonico della cupola ideata dal Brunelleschi di Santa Maria del Fiore, simbolo della città di Firenze, patria del Conte Negroni e dell’omonimo aperitivo.

Come gustare Amaro Santoni

Simone Caporale consiglia di gustare Amaro Santoni sia liscio con ghiaccio o miscelato. Lo Spritz con Amaro Santoni, per esempio, si prepara con due parti di Santoni, quattro di Prosecco e un’oliva di guarnizione. Per un’alternativa a bassa gradazione alcolica si può sostituire il prosecco con la tonica e guarnire con una fetta d’arancia esaltandone il gusto agrumato. Per preparare invece un finissimo Negroni rosa, basterà mixare in parti uguali Amaro Santoni, Gin e Vermouth Rosa, assaporare e… bere responsabilmente 

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER