• Collection

Montalbera firma il primo Ruchè da 100 punti

Dello stesso argomento

BANNER

100 punti: il voto della perfezione. Un riconoscimento che non arriva tutti i giorni. E che non può che inorgoglire se ad assegnarlo è uno dei più grandi esperti di vino a livello mondiale: The Wine Killer, Luca Gardini. Il noto critico ha assegnato al Ruchè di Castagnole Monferrato Docg Laccento 2022 Montalbera il massimo dei voti, per una prima assoluta per la Denominazione piemontese.

Qual è il Ruchè di Castagnole Monferrato Docg premiato con 100 punti da Luca Gardini

Per la prima volta da quando The Wine Killer Luca Gardini ha iniziato a degustare i vini di Montalbera, tenuta di 125 ettari tra Monferrato e Langhe, il Ruchè di Castagnole Monferrato Docg Laccento 2022 conquista il punteggio di 100/100 aggiudicandosi il riconoscimento che lo pone al vertice del wine ranking del noto enocritico.

Qual è il primo Ruchè di Castagnole Monferrato Docg Montalbera premiato con 100 punti secondo The Wine Killer Luca Gardini.

Esperto conoscitore di vini a livello mondiale, Luca Gardini degusta in un anno oltre 2000 vini che descrive in note di degustazione e a cui assegna un punteggio in centesimi, parametri che orientano gli enoappassionati verso la qualità nel vasto mondo del vino.

Da alcuni anni Montalbera rientra fra le Cantine che The Wine Killer monitora in diversi momenti dell’anno perché grande amante degli autoctoni del Monferrato, in particolare del vitigno Ruchè che esprime a suo giudizio un profilo varietale unico che Montalbera interpreta con grande competenza liberandone la massima espressività.

Così ottiene 100/100 il Ruchè di Castagnole Monferrato Docg Laccento 2022, riconoscibile per la sua aromaticità e quella nota intensa e persistente dovuta ad una leggera sovramaturazione in vendemmia. Vino che ha ottenuto negli anni il massimo riconoscimento della critica nazionale e altri prestigiosi crediti internazionali.

Qual è il primo Ruchè di Castagnole Monferrato Docg Montalbera premiato con 100 punti secondo The Wine Killer Luca Gardini.

Montalbera: voti prestigiosi da The Wine Killer anche per Limpronta 2020 e la Barbera Nizza Docg La Mia Nuda 2021

Non solo Laccento. 98 sono i punti assegnati da Luca Gardini al Ruchè di Castagnole Monferrato Docg Riserva Limpronta 2020, al suo secondo anno di vita come previsto dal disciplinare di produzione che richiede un invecchiamento di 10/14 mesi in tonneaux di rovere francese e ulteriore affinamento in bottiglia. Ne risulta un vino potente e caratteristico al palato, di grande persistenza.

Si avvicina al top ranking con 99+ il Nizza Docg La Mia Nuda 2021, Barbera in purezza coltivata in un’area di produzione tra le più vocate alla coltivazione del vitigno, sottozona di massima qualità in grado di esaltare le caratteristiche del vino. Dopo un invecchiamento minimo di 10/15 mesi in botti di rovere francese si affina in bottiglia per diventare un vino di grande impatto che si snoda in bocca esaltando con la sua alcolicità un calore intenso, un tannico persistente ed una acidità vibrante.

“Sono numeri che mi riempiono di orgoglio”, il commento di Franco Morando, “abbiamo da sempre creduto ed investito nel Ruchè, a partire dalla ricerca sulla tracciabilità genetica del vitigno che lo colloca nel panorama dei varietali autoctoni che fanno grande la viticultura italiana. Un’ulteriore conferma che non ci eravamo sbagliati e che interpretando con passione il terroir non puoi che ricevere in cambio frutti eccellenti che diventeranno i grandi vini di domani”.

banner
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER