• Story

Giornata mondiale del Suolo: Moët Hennessy riafferma il suo impegno per il pianeta e annuncia la seconda edizione del World Living Soils Forum

Dello stesso argomento

BANNER

Ne avevamo ampiamente parlato, andando ad approfondire la tematica il giugno scorso con un’intervista esclusiva sulla sostenibilità con Philippe Schaus, presidente e Ceo di Moët Hennessy. Ma da allora a oggi, l’impegno della divisione vini e liquori del gruppo LVMH per la preservazione e la rigenerazione del suolo non soltanto non si è fermato, ma è andato crescendo. Come testimonia il bilancio che il gruppo ha deciso di condividere oggi, 5 dicembre, in occasione della Giornata mondiale del Suolo, andando ad annunciare le date della seconda edizione del World Living Soils Forum, il momento di confronto che Moët Hennessy ha scelto di organizzare biennalmente per definire con ancora più precisione il proprio raggio d’azione e il suo ruolo di custode di terroir eccezionali, oltre alla responsabilità di trasmettere alle generazioni future un patrimonio secolare e un know-how di eccellenza, come i fondatori delle Maison che lo compongono.

Giornata mondiale del Suolo: cresce l’impegno per la sostenibilità di Moët Hennessy

In occasione della Giornata mondiale del Suolo, Moët Hennessy, la divisione vini e liquori del gruppo LVMH, ricorda il suo impegno duraturo per la preservazione e la rigenerazione del suolo.

Sottolinea Philippe Schaus, presidente e Ceo di Moët Hennessy:

“La nostra missione oggi è perpetuare e nutrire questo patrimonio, assicurandoci di preservare il giusto equilibrio tra le nostre attività e i bisogni della natura. I suoli, in quanto ecosistemi complessi, sono una delle risorse naturali più preziose e una fonte di prosperità per il nostro gruppo”.

Giornata mondiale del Suolo, la sostenibilità secondo Moët Hennessy LVMH. World Living Soils Forum: Seconda edizione, il 9 e 10 ottobre 2024. 

Per accelerare la transizione e la crescita di questa fondamentale tematica per il futuro umano e del pianeta, la divisione vini e liquori del gruppo LVMH ha scelto da tempo di scendere in campo in prima persona con tutte le realtà che ne fanno parte. “L’esperienza acquisita da Moët Hennessy nella preservazione del suolo è preziosa per tutte le Maison LVMH”, evidenzia Hélène Valade, direttrice dello sviluppo ambientale di LVMH.

La divisione continua quindi a implementare pratiche sostenibili, riducendo l’uso di input chimici e promuovendo l’agricoltura rigenerativa. Nell’ambito del programma “Living Soils, Living Together”, il 100% delle sue aziende vinicole ha ottenuto le più alte certificazioni ambientali e oltre l’80% ha eliminato gli erbicidi. Ad oggi, sul 50% della superficie dei suoi vigneti è adottata almeno una pratica rigenerativa: come copertura vegetale, eco-pascolo, agroforestazione, corridoi ecologici e tanto altro ancora. E se nel 2023, Château Galoupet, Terrazas de Los Andes e Chandon Argentina sono stati certificati rispettivamente “agricoltura biologica” e “biologico rigenerativo”, Moët Hennessy sostiene e incoraggia anche i suoi partner viticoltori ad attuare le stesse iniziative a favore della salute del suolo.

World Living Soils Forum: la seconda edizione il 9 e 10 ottobre 2024

Una tematica, quella della salute del suolo, al centro anche di quello che è un confronto interno capace di aprirsi al mondo, quando nel 2022 il gruppo ha dato vita al World Living Soils Forum (WLSF). Un appuntamento importante per fare il punto sullo stato dell’arte ma soprattutto riflettere su come ulteriormente implementare l’impegno a favore del pianeta. 

La seconda edizione di World Living Soils Forum si svolgerà il 9 e 10 ottobre 2024, organizzata in collaborazione con ChangeNOW. 

Giornata mondiale del Suolo, la sostenibilità secondo Moët Hennessy LVMH. World Living Soils Forum: Seconda edizione, il 9 e 10 ottobre 2024. 

E se Marc-André Selosse, ricercatore presso il Museo Nazionale di Storia Naturale e membro dell’Advisory Board del WLSF, rileva l’efficacia delle pratiche agricole rigenerative, evidenziando quanto “alcune cifre parlino da sole: si stima, ad esempio, che smettendo di arare, la vita del suolo aumenta del 25% e di fatto divide il fenomeno erosivo per 10”, Sandrine Sommer, direttrice dello sviluppo sostenibile di Moët Hennessy, chiosa:

“Il WLSF è un evento che continuerà a riunire tutte le comunità impegnate nella salute del suolo. Creare sinergie, condividere conoscenze, concordare metodologie e monitorare gli indicatori costituiscono una vera leva per accelerare la transizione e misurarne l’impatto. In buona salute, il suolo costituisce un formidabile deposito di carbonio, un regolatore dell’acqua e un serbatoio di biodiversità. È fondamentale continuare a mobilitarsi, agire e impegnarsi in modo sostenibile per la loro preservazione”.

banner
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER