• Trade

Caos etichette, interviene il ministro Lollobrigida: firmato il decreto di proroga

Dello stesso argomento

BANNER

La notizia è di oggi, nel giorno che precede l’entrata in vigore definitiva del Regolamento (Ue) 2021/2117 pubblicato il 6 dicembre 2021 che impone, a partire proprio dall’8 dicembre 2023, l’etichettatura obbligatoria dell’elenco degli ingredienti e della dichiarazione nutrizionale dei vini e dei prodotti vitivinicoli aromatizzati. Dopo il caos che si è generato in seguito all’interpretazione dettata dalle linee guida della Commissione Europea, ora è il ministro Lollobrigida che interviene per provare a porre una prima “pezza”, con un decreto di proroga, davanti alla prospettiva macero per centinaia di milioni di etichette. “In merito alle sollecitazioni di alcuni colleghi, vorrei assicurare che, come annunciato nell’incontro con i componenti della Commissione Politiche Agricole della Conferenza delle Regioni, presieduta da Federico Caner, e alle associazioni di settore, ho firmato il decreto che posticipa l’introduzione e l’applicazione della normativa europea sul cambio di etichettatura del vino, permettendo così l’utilizzo e l’esaurimento delle etichette già in magazzino”, le parole del ministro dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste. “Il Masaf, infatti, si è attivato sin da subito per arrivare alla data dell’8 dicembre con la soluzione per sostenere e tutelare un comparto fondamentale per l’economia della nostra nazione. In sede europea, nel prossimo Agrifish, tratterò il tema delle linee guida sulla etichettatura, per risolvere alcune indicazioni che presentano criticità e che ad oggi risulterebbero superabili con il buonsenso”.

Frescobaldi, Unione Italiana Vini: “Grazie al ministro Lollobrigida per decreto di proroga su etichette, ora sospensione anche da Ue”

Il presidente di Unione Italiana Vini (Uiv) Lamberto Frescobaldi, che proprio ieri ha incontrato il ministro Lollobrigida in merito alle difficoltà legate alla nuova norma Ue sull’etichettatura, si dichiara soddisfatto dell’intervento d’urgenza del Masaf. 

Le linee guida “last minute” della Commissione Ue avevano infatti generato una babele interpretativa in cui ogni Stato membro oggi esprime una propria lettura, determinando così una mancata armonizzazione delle regole di mercato. 

Caos etichette, interviene il ministro Lollobrigida: firmato il decreto di proroga a entrata in vigore 8 dicembre di Regolamento Ue 2021/2117

“Il Regolamento comunitario (2021/2117) pubblicato 2 anni fa definiva regole che ora sono state rimesse in gioco da una burocrazia che anziché andare incontro alle imprese le ostacola”, spiega Frescobaldi. 

“Apprezzo il grande supporto del ministro Lollobrigida che si è impegnato in prima persona a risolvere questo scottante tema, a partire, già oggi, dalla firma del decreto di proroga delle etichette precedentemente stampate. Al contempo, accolgo con favore l’intenzione del ministro di portare il dossier al prossimo Agrifish (Consiglio europeo di Agricoltura e Pesca) previsto il 10 e l’11 dicembre”. 

“Serve anche in ambito comunitario – conclude il numero uno di Uiv – un’immediata sospensione in merito alla principale criticità contenuta nelle linee guida della Commissione (Q&A n.38), al fine di rivederne il contenuto e garantire certezza giuridica alle imprese. Contestualmente, sarà necessario ottenere il consenso all’utilizzo di tutte le etichette stampate prima della pubblicazione delle linee guida e fino a esaurimento scorte”.

Pallini, Federvini: “Una risposta istituzionale tempestiva”

“Esprimiamo soddisfazione per il significativo impegno del Ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida nel procrastinare l’applicazione delle nuove norme comunitarie di etichettatura dei vini. Una risposta istituzionale tempestiva che dimostra la comprensione dell’impatto economico che la misura avrebbe prodotto e che riconosce l’impegno diligente delle imprese del comparto vitivinicolo italiano che da tempo avevano provveduto ad allinearsi alle richieste della Commissione europea”, il commento di Micaela Pallini, presidente di Federvini, dopo l’emanazione del Decreto del Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste che autorizza l’impiego e l’esaurimento delle etichette già presenti a magazzino.

banner
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER