• Trade

Allegrini: accordo di famiglia per una nuova governance

BANNER

La notizia giunge direttamente da Fumane. La famiglia Allegrini, nell’ambito del progetto di riassetto proprietario e di governance, finalizzato alla costante espansione dell’attività imprenditoriale nel settore vitivinicolo, ha concluso un primo accordo il cui risultato finale è destinato a procurare la suddivisione dei principali asset tra Veneto e Toscana. In particolare, Francesco, Giovanni e Matteo Allegrini, eredi di Franco, acquisiranno la maggioranza delle società veronesi Allegrini e Corte Giara, radicate in Valpolicella, e ne saranno alla guida unitamente a Silvia, erede di Walter, mentre il Cav. Lav. Marilisa Allegrini e le figlie, Carlotta e Caterina, manterranno la proprietà delle aziende toscane, Poggio Al Tesoro a Bolgheri e San Polo a Montalcino, oltre che di Villa Della Torre a Fumane in Valpolicella.

Ufficializzata la nuova governance per Allegrini

Una nuova governance, dunque, per le proprietà della famiglia con i due poli del vino di Veneto e Toscana, tra Amarone, Brunello e Bolgheri.

Nell’operazione conclusa oggi, Francesco e i fratelli sono stati assistiti dall’Avv. Prof. Riccardo Borsari per gli aspetti legali, dal Dott. Alberto Fioritti dello studio Serantoni per quelli finanziari e dal Dott. Tommaso Zanini in qualità di advisor finanziario; Marilisa e figlie sono state assistite dagli Avv.ti Giovanni Maccagnani e Luca Toninelli per i profili legali, dal Dott. Andrea Rossi dello studio SLT per quelli finanziari e valutativi e dal Dott. Paolo Giovannini dello studio LAWP per le questioni fiscali.

Gli atti notarili verranno rogitati dal notaio Cristiano Casalini dello Studio CCI.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER