• Trade

Feudi di San Gregorio: addio a Marennà, apre il nuovo ristorante

BANNER

Addio a Marennà, storica location del mangiare e bere bene campano. Benvenuto Ristorante San Gregorio, il nuovo ristorante dell’iconica cantina irpina. Il 1° febbraio 2024 riaprirà Borgo San Gregorio con tante novità che mirano a valorizzare sempre di più il concetto di ospitalità per il Gruppo Tenute Capaldo. La prima novità è il rinnovamento del ristorante collocato al primo piano della cantina irpina. Si chiamerà Ristorante San Gregorio, integrandosi con l’ampia proposta di accoglienza dell’azienda, racchiusa appunto nel concetto del Borgo.

Dopo 20 anni, Marennà diventa Ristorante San Gregorio

Feudi di San Gregorio rafforza la sua offerta di ospitalità con l’apertura di Ristorante San Gregorio.

“Dopo 20 anni di successi salutiamo l’esperienza di Marennà che, grazie alla visione pioneristica di chi lo ha concepito e del tanto lavoro svolto in questi anni, ha rappresentato un riferimento importante sia per il design innovativo di Lella e Massimo Vignelli sia per l’enogastronomia del Sud Italia”, spiega Antonio Capaldo, oresidente del Gruppo Tenute Capaldo – Feudi di San Gregorio.

“Con il nuovo ristorante puntiamo ad alzare ancora di più l’asticella verso l’eccellenza in un contesto gastronomico che è profondamente mutato, all’insegna di una maggiore semplicità capace di esaltare le materie prime, in primis provenienti dall’orto aziendale”.

Feudi di San Gregorio: addio a Marennà, apre il nuovo ristorante, con tante novità per valorizzare l'ospitalità per il Gruppo Tenute Capaldo.

La squadra di cucina sarà guidata dal giovane e promettente chef Danilo Uva, irpino di origine e con un grande amore per il territorio e le sue materie prime, che ha sposato da subito il progetto e la forte connessione tra la cucina e l’orto aziendale.

“Oltre alla capacità tecnica abbiamo trovato in Danilo – prosegue Antonio Capaldo – curiosità e grande entusiasmo, qualità fondamentali per interpretare la nostra idea di accoglienza, nella quale abbiamo investito in misura significativa negli ultimi anni”.

Il nuovo ristorante si integrerà nel Borgo San Gregorio, un’azienda di accoglienza a 360 gradi che comprende, oltre alle tante proposte di visita e degustazione, anche dodici stanze suddivise in due dimore (dai nomi iconiciBotanica eNaturalia) immerse nelle splendide vigne orgoglio del nostro territorio.

“Nel Borgo San Gregorio vogliamoandare oltre la semplice esperienza enogastronomica. Vogliamo che i nostri visitatori possano soggiornare più giorni in Irpinia, esplorandone i meravigliosi paesaggi ancora troppo poco conosciuti”, conclude Capaldo. 

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER