• Trade

I Valdobbiadene Docg Col Vetoraz alla conquista di Parigi

Dello stesso argomento

BANNER

Dopo il debutto nel 2023, esperienza giudicata estremamente positiva e stimolante dai vertici dell’azienda veneta, Col Vetoraz torna in terra di Francia e, dal 12 al 14 febbraio partecipa a Wine Paris & Vinexpo Paris 2024, nello spazio collettivo del Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, postazione H 2.2 Stand F 130. Qui porrà in vetrina per il pubblico di operatori transalpini le seguenti referenze da degustare: Valdobbiadene Docg Cuvée 5, Valdobbiadene Docg Brut, Valdobbiadene Docg Extra Dry, Valdobbiadene Docg Millesimato e Valdobbiadene Docg Superiore di Cartizze.

Wine Paris & Vinexpo Paris 2024: dal 12 al 14 febbraio, Col Vetoraz torna in Francia con i suoi Valdobbiadene Docg

Un salone, quello parigino di Wine Paris & Vinexpo Paris 2024, che lo scorso anno ha registrato un +85% di presenze internazionali da 149 paesi, con un incremento di visitatori del 41%. 

La nuova edizione, dal 12 al 14 febbraio, con 3900 espositori da 50 paesi ed una stima di 40.000 visitatori attesi, il 35% dei quali (francesi esclusi) internazionali, vede l’Italia, che è al secondo posto tra i produttori di vino, presente con un intero padiglione dedicato, corrispondente a un aumento della superficie espositiva del 75%.     

Col Vetoraz, con i suoi spumanti, ancora una volta vuole farsi ambasciatrice d’eccellenza rinnovando un messaggio chiave, da sempre alla base della sua filosofia di lavoro: l’inscindibile legame identitario con la propria terra di origine, il Valdobbiadene Docg, motivo per cui l’azienda trevigiana qualche anno fa ha compiuto la coraggiosa e coerente scelta di eliminare il termine Prosecco da tutte le etichette e strumenti di comunicazione. 

Wine Paris & Vinexpo Paris 2024: dal 12 al 14 febbraio, Col Vetoraz torna in Francia a Parigi con i suoi Valdobbiadene Docg

La cantina Col Vetoraz si trova a quasi 400 metri di altitudine, nel punto più alto dell’omonimo colle parte delle celebri colline del Cartizze.

Proprio qui la famiglia Miotto si è insediata nel 1838, sviluppando fin dall’inizio la coltivazione della vite. 

Nel 1993 Francesco Miotto, discendente di questa famiglia, assieme all’agronomo Paolo De Bortoli e all’enologo Loris Dall’Acqua hanno dato vita all’attuale realtà, una piccola azienda vitivinicola che ha saputo innovarsi e crescere e raggiungere in poco più di 25 anni il vertice della produzione di Valdobbiadene Docg sia in termini quantitativi che qualitativi, con una selezionata produzione di 1.250.000 bottiglie.

banner
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER