• Story

Se a Dublino apre il primo pub alcohol-free

BANNER

Si tratterebbe di una notizia come tante, se non fosse per i “precedenti” degli scorsi mesi, che regalano all’apertura di Board, il primo pub alcohol-free di Dublino, l’onore di uno strillo d’apertura. Già, perché il nuovo concept che ha inaugurato nel centro della capitale irlandese racconta di un format che è figlio di quelle preoccupazioni che hanno condotto i politici dell’isola alla tenace campagna, osteggiata da più parti in Europa e nel mondo, per gli Health Warning in etichetta anche per il vino nostrano. La singolarità di Board è tutta nell’offerta, come spiega una nota stampa dell’ufficio per il Turismo Irlandese: bevande analcoliche e 200 giochi da tavolo. “Di recentissima inaugurazione”, sottolinea il comunicato, “ha riscosso un inaspettato successo di pubblico. In breve, è diventato il posto dove passare una serata in compagnia senza risvegli con il mal di testa”. E tra carta dei vini dealcolati, birre artigianali zero alcol rigorosamente tra gli 0 e i 0,5% Vol., mixology di ricerca nel segno dei mocktails e giochi da tavolo, la sola regola è: “Zero alcol e chi perde paga il prossimo giro”.

Birre alcohol-free, carta dei vini dealcolati e le liste di mocktails: il format di Board

La filosofia di Board è offrire un punto di ritrovo con l’atmosfera e il calore di un classico pub irlandese, ma senza l’alcol, e per divertirsi e socializzare una gamma di giochi da tavolo. 

Il bancone serve birre zero alcol premium alla spina, compresa la famosa “black stuff” Guinness 0.0, e una gamma di artigianali davvero sorprendente, con tanto di Ipa, scure, aromatiche alla frutta, lager, pils, pale ale, heller e golden ale alcol 0% – 0,5% Vol. Immancabili anche kombucha e sidro.

Spazio anche alla mixology nel pub alcohol-free, con una possibilità di scelta che mette da parte gli Spirits per scommettere tutto sui mocktails, gioco di parole per dire “imitazione di cocktail”. Preparazioni, è annunciato, “che non hanno nulla da invidiare ai classici Gin Tonic, Aperol Spritz e Bloody Mary”. 

Health Warning in etichetta: birre zero alcol, carta dei vini dealcolati e le liste di mocktails, è Board Dublino il primo pub alcohol-free.

Da scoprire, così, sono 30 liquori proposti, rigorosamente privi di alcool. Anche la wine list rispetta la filosofia del pub analcolici, con una carta dei vini dealcolati – trend del momento nel Paese – che mette in evidenza le etichette del brand irlandese Hollow Leg: di ottima qualità, frizzanti e ferme, prodotte in Spagna.

“Da Board il buonumore è, quindi, tutto al naturale e le liste delle proposte zero alcol sono state pensate come mood boosters”, spiega la nota ufficiale dell’ufficio per il Turismo Irlandese. “Miscele preparate con mix naturali di botaniche, erbe, spezie e funghi messi insieme per appagare o stimolare lo spirito a seconda dell’umore del momento”. 

Come nella migliore tradizione irlandese, la cucina è sempre aperta e da Board è possibile mangiare piatti salati e dolci preparati al momento. Il menù offre anche una sezione vegana e dalle 16 in poi, direttamente dal forno del locale, una scelta di pizze.

Oltre 200 giochi da tavolo e nessun Health Warning per il primo pub alcohol-free di Dublino

Al Board fra due chiacchiere, un boccone e un bicchiere si gioca. L’offerta ludica del pub alcohol-free è gratuita, con oltre 200 giochi a disposizione dei clienti: classici come Monopoly e Yahtzee, gli strategy games Risiko e Catan o il super competitivo Articulate!, la sfida basata sulle “descrizioni” che tira fuori l’adrenalina anche dalle persone più mansuete.

Health Warning in etichetta: birre zero alcol, carta dei vini dealcolati e le liste di mocktails, è Board Dublino il primo pub alcohol-free.

C’è spazio, naturalmente, anche per i clienti più meditativi, con un angolo dedicato agli scacchi. E come in tutti i pub che si rispettino, in calendario serate di musica, jazz, comicità, quiz, bingo e proiezioni sportive di grandi eventi. 

Con l’apertura di Board, dunque, la cosmopolita Dublino si arricchisce di uno spazio di aggregazione dove la mixology di qualità entra in una dimensione nuova e sorprendente, dimenticando le polemiche e gli Health Warning in etichetta.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER