• Collection

Il Brunello più premiato del 2024 è Poggio al Vento 2016 Col d’Orcia

BANNER

È il Poggio al Vento 2016 di Col d’Orcia a scalare il vertice della “Top 100” di Gentleman per Montalcino. Dalla somma dei voti delle cinque guide di riferimento del vino italiano, la Riserva è il Brunello più premiato del 2024. Con l’etichetta che a marzo sarà protagonista di due eventi esclusivi: “Great Wines World” 2024 by James Suckling e “Matter of Taste” by Robert Parker Wine Advocate Montalcino.

Poggio al Vento 2016: il Brunello Riserva di Col d’Orcia è il più premiato di Montalcino

Il Brunello di Montalcino Riserva Poggio al Vento 2016 conquista l’ottava posizione della “Top 100 dei vini rossi italiani” a cura di Gentleman, il mensile di Class Editori. 

La classifica somma i voti delle cinque guide di riferimento del vino italiano: Vini d’Italia del Gambero Rosso, I vini di Veronelli, Guida essenziale ai vini d’Italia di Daniele Cernilli, Vitae dell’Associazione Italiana Sommelier, Bibenda della Fondazione Italiana Sommelier. 

Con 481 punti, il cru di Col d’Orcia è il primo Brunello, con un’annata, la 2016, che continua a raccogliere consensi anche a distanza di tre anni dal suo arrivo sui mercati, confermando il protagonismo della denominazione italiana più amata al mondo. 

Poggio al Vento 2016: la Riserva di Col d’Orcia è il Brunello più premiato 2024 di Montalcino della “Top 100” di Gentleman.

“Questo risultato, oltre a confermare il Poggio al Vento come una delle migliori Riserve di Brunello di Montalcino, e tra i più grandi vini italiani, riporta al centro una caratteristica fondamentale del Sangiovese: la sua capacità d’invecchiamento”, evidenzia il Conte Francesco Marone Cinzano, seconda generazione della famiglia alla guida di Col d’Orcia dal 1973, commentando il simbolico titolo di Brunello più premiato del 2024. 

“Certi vini hanno bisogno di tempo, vanno saputi aspettare, in primis da noi vignaioli. L’uscita ritardata è una scelta forte, ne siamo consapevoli, ma doverosa, perché il Poggio al Vento – prodotto solo nelle migliori annate – dopo l’invecchiamento in grandi botti di rovere, necessita di tre anni di affinamento in bottiglia per esprimere al meglio l’eleganza e le peculiarità del Sangiovese in purezza prodotto a Montalcino”. 

Poggio al Vento 2016: la Riserva di Col d’Orcia è il Brunello più premiato 2024 di Montalcino della “Top 100” di Gentleman.

Il Brunello di Montalcino Riserva Poggio al Vento 2016, che ha messo d’accordo la critica nazionale e quella internazionale, sarà protagonista nelle prossime settimane di due degli eventi più esclusivi del 2024: “Great Wines World 2024”, che l’1 e il 2 marzo a Miami porta in degustazione i migliori vini dell’anno secondo James Suckling, che ha incluso il Poggio al Vento 2016 nella sua Top 100 del 2023, con 98 punti; e “Matter of Taste”, la degustazione dei migliori fine wine del mondo ospitata da “Robert Parker Wine Advocate” a Zurigo, il 2 e 3 marzo. 

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER