• Trade

Conte Vistarino: in Oltrepò Pavese sbarca Lino Scaravonati come nuovo direttore generale

BANNER

Da Bisol1542, azienda del Gruppo Lunelli tra i principali riferimenti a Valdobbiadene, a un’altra storica realtà di una grande terra del vino: l’Oltrepò Pavese di Conte Vistarino. Arriva oggi l’annuncio che Ottavia Giorgi di Vistarino ha nominato Lino Scaravonati nuovo direttore generale dell’azienda di Rocca de’ Giorgi celebre per il suo Pinot Nero. Obiettivo della realtà prima produttrice di Metodo Classico in Italia nel 1865, crescere con l’elaborazione di un piano strategico pluriennale con novità già on stage per Prowein e Vinitaly 2024.

Lino Scaravonati nuovo direttore generale di Conte Vistarino: da Bisol1542 all’Oltrepò Pavese

Dici Oltrepò Pavese e pensi oggi al Pinot Nero. E tra le firme di riferimento dei vini della Denominazione, a spiccare è senza dubbio Conte Vistarino, realtà oggi guidata da Ottavia Giorgi di Vistarino, che porta avanti il testimone di una tradizione che affonda le radici fino al 1850, quando il Conte Augusto Giorgi di Vistarino, per primo, scelse d’importare dalla Francia il nobile vitigno, per metterlo a dimora a Tenuta di Rocca de’ Giorgi. 

Oggi, a distanza di oltre un secolo, quelle viti continuano a esprimere la vocazione di una terra, l’Oltrepò Pavese, guardando al futuro.

“Un futuro ricco di novità”, sottolinea Ottavia Giorgi di Vistarino. “Dopo la ricostruzione aziendale degli anni 2000 e il seguente consolidamento qualitativo, oggi siamo nella fase della crescita strutturata”.

Uno sviluppo che ora punterà sempre più sul Metodo Classico: “Progetto, quest’ultimo, che, dopo la creazione dei Cru rossi sul modello della Borgogna, la costruzione della nuova cantina e di una nuova sala di degustazione professionale per accogliere enoturisti e sommelier, per noi è diventato prioritario, guardando alla nostra storia, alla Champagne e ai nuovi consumatori”.

Ottavia Giorgi di Vistarino: in Oltrepò Pavese sbarca per il Metodo Classico Lino Scaravonati come nuovo direttore generale Conte Vistarino.
Ottavia Giorgi di Vistarino

A tal fine, la scelta di Lino Scaravonati, già direttore di produzione di Bisol1542, azienda a Valdobbiadene di quel Gruppo Lunelli nel quale il manager ha svolto con successo una ventennale carriera. Arriva in Oltrepò Pavese per assumere il ruolo di nuovo direttore generale e affiancherà Ottavia Giorgi di Vistarino nella pianificazione strategica e gestione del Team interno. 

Scaravonati, classe 1971, laurea in Economia Aziendale presso l’Università Commerciale Luigi Bocconi e in seguito per 20 anni nel Gruppo Lunelli, dove si è occupato di controllo di gestione, investimenti e acquisizioni, contributi europei per Ferrari Trento, ma anche riorganizzazione agricola per Tenute Lunelli e produzione vitivinicola per Bisol1542, ha colto con entusiasmo la sfida di diventare general manager della cantina.

“La crescita della Tenuta corrisponde al prestigio che Conte Vistarino continua a confermare nel tempo e al valore che questo territorio deve far conoscere”, le sue prime parole in merito allo sbarco in Oltrepò Pavese. “La prima attività a cui mi dedicherò sarà l’elaborazione di un piano strategico pluriennale, che si attuerà in vigneto, in cantina e sui mercati, senza trascurare posizionamento, comunicazione e accoglienza, in accordo con la visione della Proprietà. Alcune novità, già on stage a Prowein, dove attendiamo le visite degli importatori, degli stakeholder e della stampa di settore, saranno poi attuate a partire da Vinitaly, appuntamento centrale della primavera”.

Ottavia Giorgi di Vistarino: in Oltrepò Pavese sbarca per il Metodo Classico Lino Scaravonati come nuovo direttore generale Conte Vistarino.

Conclude Ottavia Giorgi di Vistarino:

“Vogliamo crescere soprattutto in eccellenza, oltre che in fatturato, nel prossimo quinquennio, come la nuova nomina dimostra”, conclude. “Confido da sempre nelle persone che lavorano con me e sono certa dell’ottima scelta reciproca operata, poiché la mia azienda necessita di una nuova visione, di una persona scevra da ogni condizionamento, che mi affianchi nell’impostazione strategica”. 

“La decisione del nuovo direttore generale di far parte della nostra squadra la rende ancora più forte e conferma, al pari della recente managerializzazione di altre importanti realtà locali e delle note acquisizioni degli ultimi mesi, l’appealing crescente dell’Oltrepò, che deve continuare ad arricchirsi di competenze e talenti, per avere il successo diffuso che merita”.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER