• Meets
WineCouture Meets Gianluca Ferrauto

Domori: “Novità 2024 risposta a domanda crescente per prodotti d’alta qualità”

BANNER

Non soltanto vino. Quella di Domori è una realtà singolare all’interno del panorama della distribuzione italiana. Fondata nel 1997, è parte del Gruppo illy dal 2006 e oggi del Polo del Gusto, la sub-holding del Gruppo presieduta da Riccardo Illy che raggruppa tutte le attività extra caffè. Eccellenza nel mondo del cioccolato super premium, portavoce di una vera e propria nuova cultura del cacao, basata su un’instancabile ricerca per la qualità e la purezza della materia prima, Domori gestisce la distribuzione di tutti i prodotti del Polo del Gusto, forte di una squadra vendite distribuita sull’intero territorio nazionale e di un portfolio che include marchi di prestigio quali Achillea per i succhi di frutta, Dammann Frères, nel tè, oltre che eccellenze del vino come Mura Mura, Mastrojanni e Barons de Rothshild. A Gianluca Ferrauto, Chief Commercial Officer Domori S.p.A., abbiamo domandato come sono state le performance 2023 a livello distributivo a fronte di una domanda che premia sempre di più i prodotti di alta qualità e quali novità 2024 caratterizzeranno i mesi a venire per quel che riguarda il catalogo dei prodotti.

Domori: “Novità 2024 a catalogo risposta a domanda per prodotti d'alta qualità”. Intervista a Gianluca Ferrauto del Polo del Gusto.

Gianluca Ferrauto: “Cresce la domanda per prodotti di alta qualità”

“Nel 2023, il settore Horeca italiano ha mostrato segni di ripresa, con un aumento della frequentazione dei locali fuori casa, soprattutto ristoranti, wine bar, enoteche e alberghi”, esordisce Gianluca Ferrauto, Chief Commercial Officer Domori S.p.A. tratteggiando una panoramica sull’andamento degli ultimi 12 mesi. “Questo trend è stato favorito sia da importanti flussi turistici sia dall’appeal intrinseco dell’Italia come destinazione”.

Sempre più attenzione, evidenzia il manager, è riservata dal consumatore al vino. “Si è osservato un crescente interesse, soprattutto tra i giovani, nel conoscere la storia e il contesto di produzione dei prodotti, generando una maggiore curiosità e partecipazione a eventi legati al mondo del vino. Ciò ha positivamente influenzato le visite alle cantine e il consumo nei ristoranti, negli agriturismi e nelle zone di produzione”. Con un nota bene, legato alle nuove dinamiche che definiscono il contesto di mercato, in Italia ma non solo.

“Nonostante una tendenza generale alla riduzione dei volumi di consumo”, prosegue Gianluca Ferrauto, “si è registrata una crescente domanda per prodotti di alta qualità, evidenziando una preferenza per bevande di pregio e una maggiore attenzione alla sostenibilità e alla provenienza territoriale. In questo contesto, le etichette di qualità hanno mostrato performance migliori, mantenendo i loro prezzi o confermando la loro posizione sul mercato”.

In questo scenario, s’innesta la distribuzione parte del Polo del Gusto. “Domori ha saputo cavalcare questa tendenza positiva, consolidando la sua posizione come marchio di eccellenza nel settore grazie al rafforzamento dei suoi prodotti storici e all’introduzione di nuove proposte di successo”, evidenzia il Cco in merito al 2023 dell’azienda.

12 mesi positivi, dunque, gli ultimi per Domori. E per i mesi a venire la realtà distributiva è pronta a rilanciare con tante novità sul fronte vino a catalogo.

“Nel catalogo 2024, ampliamo ulteriormente l’offerta con prodotti di altissima qualità e caratteristiche uniche”, spiega Gianluca Ferrauto. “Tra le prime novità più rilevanti, spiccano i vini Sori della Sorba dei viticoltori Carlo Mondavi e Giovanna Bagnasco e provenienti da Diano D’Alba (Cuneo), che includono Alta Langa, Nebbiolo e Langhe Rosso. Altre due importanti novità saranno annunciate prima dell’inizio della stagione estiva 2024”. 

Domori: “Novità 2024 a catalogo risposta a domanda per prodotti d'alta qualità”. Intervista a Gianluca Ferrauto del Polo del Gusto.

Ma nel portfolio anche una nuova proposta alcol free, oltre alle referenze già note e consolidate che rappresentano le fondamenta della distribuzione. “La partnership continua anche con Barons de Rothshild, Champagne distribuito dal 2023, con Mastrojanni per la distribuzione dei vini di Montalcino e con Mura Mura per i vini piemontesi, come Barolo, Barbaresco, Monferrato, Timoroso e Grignolino. Infine, è stata recentemente introdotta la nuova bevanda analcolica sparkling, Mazzalùa, realizzata a base di mosto ed aceto molto invecchiato, che offre un’alternativa raffinata per coloro che desiderano un’esperienza di gusto senza alcol”, conclude il manager.

“Tutti questi nuovi prodotti si integrano perfettamente con la filosofia di Domori di offrire un portfolio completo di eccellenze, che include anche il cioccolato, i tè Dammann Frères, i succhi Achillea, le confetture Agrimontana e i biscotti Pintaudi, pensato per soddisfare i palati più esigenti e offrire esperienze di gusto uniche ed eccellenti”.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER