• Story

Nasce il gruppo Marilisa Allegrini: Lady Amarone si fa brand

BANNER

Lady Amarone riparte dal suo nome. Svelato oggi a Milano, in occasione di una conferenza stampa andata in scena negli spazi di Identità Golose, il nuovo corso del gruppo di Marilisa Allegrini. Tre aziende, tra Veneto e Toscana, sotto un unico grande cappello che si chiamerà come la sua fondatrice e includerà Villa Della Torre a Fumane, Poggio Al Tesoro a Bolgheri e San Polo a Montalcino. Una decisione condivisa in famiglia, come spiegato dalle figlie Carlotta e Caterina che, affianco alla madre e al padre Giancarlo Mastella, hanno voluto sottolineare come quello che si apre è un nuovo capitolo di una storia di cui Marilisa Allegrini è protagonista da più di 40 anni. Obiettivo del nuovo Gruppo è dare nuovo impulso e valorizzare le proprietà tra Valpolicella, Bolgheri e Montalcino, scommettendo su un’hospitality di lusso e su una crescita di volumi e valore che proceda di pari passo: se, infatti, la nuova realtà “riparte” dai 105 ettari vitati di proprietà a cavallo tra Toscana e Veneto, la rotta fissata è di progredire in termini di bottiglie prodotte dalle 850mila attuali al futuro milione, a fronte dell’incremento da 40mila a 200mila con Villa Della Torre, mentre il fatturato punta a raddoppiare, dagli attuali 10 milioni di euro, entro i prossimi cinque anni. Sotto il profilo delle novità, annunciato non soltanto un marchio ridisegnato in collaborazione con NSG Design e una struttura di Gruppo che avrà Marilisa Allegrini come Ceo e presidente, Giancarlo Mastella come vicepresidente e direttore di Villa Della Torre, Carlotta Mastella Allegrini come vicepresidente e brand ambassador e Caterina Mastella Allegrini come vicepresidente e direttore marketing e comunicazione, ma anche l’arrivo in futuro di due Cru di Valpolicella frutto dei due ettari del vigneto Monte Fumana e dei 2,5 ettari del vigneto Monte Lencisa. 

Marilisa Allegrini, le figlie Carlotta e Caterina e Giancarlo Mastella

Marilisa Allegrini riparte dal suo nome

È una storia, quindi, che continua, anzi evolve, quella di Marilisa Allegrini. A essere scritto è oggi un capitolo inedito in cui è protagonista insieme alle sue due figlie, Carlotta e Caterina, e nelle sue amatissime “case” di Fumane, Bolgheri e Montalcino.

Lady Amarone riparte, come spiegato nel corso della conferenza di presentazione, dai suoi più di 40 anni di carriera ed esperienza nel mondo del vino. Tappe, dagli inizi di una visione imprenditoriale che l’ha vista affiancata ai fratelli Franco e Walter, di un percorso in un’azienda arrivata a generare un fatturato di 30 milioni di euro, passando anche per le acquisizioni delle tre tenute che oggi compongono il Gruppo che porta il suo nome: Villa Della Torre a Fumane, Poggio Al Tesoro a Bolgheri e San Polo a Montalcino. Nel mezzo, la copertina di Wine Spectator nel 2017, prima donna del vino italiana a conquistarla, e la nomina a Cavaliere del Lavoro nel 2020.

Oggi la scelta di dare vita a un nuovo Gruppo di famiglia, annunciato con uno speciale unveiling del marchio, che non a caso si chiama “Marilisa Allegrini”: un nome che, per identità e riconoscibilità, è già di fatto valutato un brand internazionale, come spiegato in occasione della presentazione milanese.

“Presento con orgoglio ed emozione questa realtà che vedrà tutta la nostra famiglia impegnata giorno dopo giorno nel dare continuità e valore alla nostra storia di produttori e di imprenditori profondamente innamorati del territorio e della cultura italiana”, le parole di Marilisa Allegrini.

“In questo gruppo sono racchiusi un insieme di valori e di risorse: la famiglia, i territori di grande vocazione, l’amore per l’arte, l’attenzione alla sostenibilità ambientale, il privilegio dell’esperienza nel saper leggere l’evoluzione dei mercati. L’obiettivo è continuare a salvaguardare e migliorare l’arte della produzione vinicola, rispettando la tradizione e abbracciando l’innovazione, come mi ha insegnato mio papà. Farlo insieme alle mie figlie, con il loro sguardo rivolto al futuro e la loro energia, è un sogno che si avvera”.

Nuovo marchio per Lady Amarone: debutto a Vinitaly 2024 per il gruppo Marilisa Allegrini con Villa Della Torre, San Polo e Poggio Al Tesoro.

Tutti i numeri di Marilisa Allegrini S.r.l.

Sotto il nuovo brand corporate, come spiegato, vanno ora a convivere i tre storici marchi di famiglia Villa Della Torre, Poggio Al Tesoro e San Polo: tre aziende fortemente volute da Marilisa Allegrini che negli anni hanno incarnato l’essenza delle terre in cui sono radicate diventandone autentiche ed esclusive portavoce.

Sarà un dialogo a più voci quello che s’instaurerà e che vuole integrare il mondo del vino con quello del turismo.

Poi ci sono i numeri: che non dicono tutto, ma spiegano tanto. A iniziare da un fatturato di poco più di 10 milioni di euro per la neonata Marilisa Allegrini S.r.l., realtà che attualmente esporta in 62 Paesi al mondo, tra cui Stati Uniti, Giappone, Svizzera, Regno Unito e Germania. Obiettivo per il prossimo futuro: aumentare il presidio estero sugli sbocchi più attrattivi grazie all’intesa siglata con Edoardo Freddi International, un’alleanza che legherà i tre marchi Villa Della Torre, Poggio Al Tesoro e San Polo alla prima realtà di export management del settore vinicolo.

Nuovo marchio per Lady Amarone: debutto a Vinitaly 2024 per il gruppo Marilisa Allegrini con Villa Della Torre, San Polo e Poggio Al Tesoro.

Poi c’è anche la conta dei 105 ettari vitati in produzione, suddivisi tra i 64 di Bolgheri, i 16 a Montalcino, i 15 in Valpolicella e i 10 nel Lugana, per un totale attuale di 840mila bottiglie prodotte, di cui 550mila a Poggio Al Tesoro, 250mila a San Polo e 40mila a Villa Della Torre. Un dato, quest’ultimo, che subirà un notevole incremento, come spiegato dalla stessa Marilisa Allegrini, confermando anche importanti investimenti, lato ospitalità:

“Grazie all’acquisizione totale del vigneto che circonda il palazzo e all’aggiunta di ulteriori vigneti che entreranno in produzione già quest’anno, Villa Della Torre arriverà a produrre 200mila bottiglie. In generale, se guardiamo al prossimo quinquennio e consideriamo tutte le progettualità inerenti anche l’hospitality in Toscana, prevediamo di raddoppiare il nostro fatturato”.

In Italia, la distribuzione dei vini di Villa Della Torre è stato confermato che rimarrà in carico a Pellegrini S.p.A., mentre quella delle etichette toscane verrà gestita internamente.

Un nuovo marchio e un nuovo team per Lady Amarone: il debutto a Vinitaly 2024

Non solo numeri. Marilisa Allegrini riparte anche da una nuova veste, specificatamente un marchio disegnato da NSG Design che sarà presente sulle etichette dei vini Villa Della Torre a partire dall’Amarone 2020, dal Valpolicella 2021 e dal Lugana 2022. La firma della produttrice, già presente sulle bottiglie di Poggio Al Tesoro, caratterizzerà anche quelle di San Polo.

Nuovo marchio per Lady Amarone: debutto a Vinitaly 2024 per il gruppo Marilisa Allegrini con Villa Della Torre, San Polo e Poggio Al Tesoro.

Al lancio del nuovo marchio corporate si affianca anche la nascita del sito di Gruppo, sviluppato da The Branding Crew, dove l’utente potrà conoscere tutte e tre le realtà aziendali tramite il collegamento diretto a ciascun sito. Per l’occasione, rinnovato e implementato il portale di Villa Della Torre, che vede anche la presenza di uno wine shop online condiviso.

Dietro al nuovo abito, una squadra operativa che verrà ulteriormente allargata e che attualmente si compone di Vittorina Caceffo e Marrico Toni per il coordinamento generale, di Saverio De Luca come direttore commerciale estero e Michele Susini direttore commerciale Italia. A loro si affianca Robin Shay, Export Manager per il mercato americano.

Non solo. A testimoniare l’attenzione rivolta alla qualità della produzione e all’identità delle singole cantine è la rinnovata scelta di avere in squadra ben tre enologi, e non una sola figura: Tobia Cenzato per Villa Della Torre, Riccardo Fratton per San Polo e Christian Coco per Poggio Al Tesoro. Supportati per le aziende toscane dall’esperienza di Luca D’Attoma, che garantisce un controllo costante oltre che una dedizione totale alle terre di riferimento.

Nuovo marchio per Lady Amarone: debutto a Vinitaly 2024 per il gruppo Marilisa Allegrini con Villa Della Torre, San Polo e Poggio Al Tesoro.

Una squadra che farà il suo debutto a Vinitaly 2024, dove Il gruppo Marilisa Allegrini sarà presente con uno stand al padiglione 9 (area C10) e un’agenda già fitta.

Confermando uno degli appuntamenti più attesi della settimana veronese, la famiglia Mastella Allegrini aprirà le porte di Villa Della Torre per due cene di gala su invito, rispettivamente domenica 15 e lunedì 16 aprile. Entrambi gli appuntamenti saranno curati dallo Chef Giuseppe D’Aquino.

Durante la manifestazione, il Gruppo sarà inoltre protagonista dei seguenti appuntamenti:

  • all’interno del programma di Vinitaly and the City, sabato 13 Aprile alle ore 15, domenica alle ore 11 e alle ore 15, tre momenti di degustazione del Valpolicella di Villa Della Torre al termine della visita guidata “L’uomo e il vino” presso il Museo Archeologico Nazionale di Verona;
  • domenica 14 Aprile dalle ore 13,30 alle 14,30 si terrà in fiera la Masterclass “Iconic Women in Italian Wine: Bolgheri Meets Three Italian MWs with the 2021 Vintage” presso Sala Mainstage – wine2digital – Palaexpo, entrata A2 dove, tra i vini in degustazione, ci sarà il Dedicato a Walter 2021 di Poggio Al Tesoro;
  • domenica 14 Aprile dalle ore 16,30 alle 17,30 si terrà la Masterclass “Anteprima Amphora Revolution – Vinitaly 2024” presso il Business Point, Tensostruttura D, condotta da Helmuth Köcher The Wine Hunter dove, tra i vini in degustazione, ci sarà il Amphora Vignamasso Toscana Igt 2022 di San Polo;
  • martedì 16 Aprile dalle ore 14,30 alle 15,30 si terrà la Masterclass “Best Wines to Drink Now” presso la Sala Via – wine2digital – Palaexpo, A2 entrance dove, tra i vini in degustazione, ci sarà il Rosso di Montalcino Doc 2021 di San Polo.
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER