• Story

Lugana: alla scoperta della Doc e dei suoi vini con I Quaderni di WineCouture

BANNER

Prima uscita del 2024 per I Quaderni di WineCouture. E come ormai da tradizione, l’esordio dell’anno conduce alla scoperta di un grande territorio del vino italiano. E questa volta sono le due anime del Paradiso (dei bianchi) che andremo a svelare, un sorso alla volta. Maschile e femminile: il vino, la Denominazione. Il Lugana e la Lugana: un sostantivo ad accomunare due volti della medesima scintillante medaglia. Imprescindibili: uno dall’altra. Un’eccellenza sulla bocca di tutti, un territorio vocato. Doc di mezzo che si estende lungo il versante sud del Lago di Garda: l’asse da Peschiera fin a Castel Venzago che incrocia quello da Sirmione a Pozzolengo, travalicando province e regioni. Un microcosmo variegato che vi raccontiamo in questa guida dedicata ai vini della Doc Lugana con la nostra selezione di cantine e tipologie in un viaggio tra le sue sfumature.

Lugana: il vino, la Denominazione

Il caldo abbraccio delle temperature mediterranee, le brezze ormai addolcite dopo la discesa dalle vette dolomitiche: è nella culla climatica del Lago di Garda che l’uva Turbiana prospera, buona novella annunciata dalle voci e dalle mani dei vignaioli che la rendono celebre in tutto il mondo.

“Nemo propheta in patria”, si dirà. Non proprio: anche se è vero che le vendite oltreconfine (il 60% circa delle oggi 27,5 milioni di bottiglie prodotte) veleggiano con il vento in poppa. In Italia? “Si può fare di più”, è spesso ripetuto: proprio per questo nasce questo numero de I Quaderni di WineCouture, che vi porta alla scoperta di un bianco da sogno.

La prima uscita dell’anno 2024 accende i riflettori su un vino che ha molto da raccontare e che negli ultimi tempi ha saputo intercettare anche il favore della critica: tanto che segnalazioni e note di merito si sono moltiplicate negli ultimi tempi.

Ma non c’è solo il vino ad aver strappato giudizi lusinghieri, tant’è che la regione gardesana e le sue eccellenze enoiche sono arrivate a posizionarsi nella top 10 delle mete enoturistiche di tutto il mondo da visitare (l’autorevole Kerin O’Keefe dixit). “E pensare che qui un tempo era solo una folta boscaglia ricca di acquitrini…”: oggi, non più.

L’antica “Selva Lucana” ora è una terra vocata, che regala una forma e una fisionomia uniche a quel mosaico di tessere dorate (le cinque sfumature di Lugana: “base”, Superiore, Riserva, Vendemmia Tardiva, Spumante) capaci di arricchirne in maniera ogni volta sorprendente l’immagine. Per una storia tutta da scoprire, che difficilmente faticherà nell’entusiasmare e a conquistare chi vi si accosterà.

Dorate sfumature dal Lago di Garda. Lugana: alla scoperta della Doc e dei suoi vini con I Quaderni di WineCouture.

Una narrazione che I Quaderni di WineCouture vogliono condividere, come ormai da tradizione attraverso semplici ma puntuali nozioni e soprattutto una sfilata di assaggi: le nostre scelte per un viaggio, dal calice alla carta, accompagnati, come d’abitudine anche questa volta, dalle donne e gli uomini dell’associazione delle enoteche italiane Vinarius, professionisti costantemente impegnati nella promozione della cultura del bere bene e di proprio tutte le sfaccettature che animano il mondo enoico, a iniziare dalle sue espressioni italiane più pregiate.

Ma per compiere il primo passo in Lugana e nel Lugana, immergetevi nella nostra serie di utili consigli e in una selezione capace di soddisfare davvero ogni palato. Non resta, allora, che preparare il cavatappi per un altro anno insieme a noi.

Dorate sfumature dal Lago di Garda: sfoglia online I Quaderni di WineCouture e trova la bottiglia giusta per te

Sfoglia il nuovo numero de I Quaderni di WineCouture e trova la bottiglia giusta per te. La versione online la trovate qui di seguito, mentre la copia cartacea potete ritirarla gratuitamente in una delle enoteche Vinarius in tutta Italia. Buona lettura e… Cin cin!

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER