• Collection

Prosit Group: a Vinitaly 2024 in anteprima i vini low alcool La Cacciatora e la nuova veste di Torrevento

BANNER

Alla 56esima edizione di Vinitaly 2024, Prosit Group presenta la nuova identità di Torrevento, ma anche alcune curiosità come i vini low alcool a marchio La Cacciatora, tracciando la rotta su una nuova tendenza di consumo. Non è l’unica novità per la holding del settore vinicolo che affronta il salone internazionale di Verona sotto il segno delle novità e con l’approccio di un unico grande gruppo che trova spazio nel al Padiglione 3 allo Stand E7.

“Il nostro è un progetto unico, un’azienda che vuole crescere con progetti ambiziosi e d’avanguardia, in un mercato al momento molto complesso in cui ci sono però tante opportunità sfidanti e tante realtà interessanti”, sottolinea Sergio Dagnino, Ceo e founder di Prosit Group. “L’inflazione e i cambiamenti socioeconomici hanno indubbiamente influenzato i consumi, ma noi vogliamo promuovere l’innovazione e unirla all’attenzione per territori straordinari capaci di garantirci prodotti di grande prestigio. Il nostro modello di business innovativo e all’avanguardia, ci porta verso molte novità all’insegna di una nuova visione strategica”.

Prosit Group: le novità a Vinitaly 2024 in anteprima i vini low alcool La Cacciatora e la nuova veste di Torrevento.

Tutte le novità a Vinitaly 2024 di Prosit Group: dai vini low alcool La Cacciatora alla nuova veste di Torrevento

Prosit Group, innovativa realtà del comparto vitivinicolo, tra i protagonisti al Vinitaly 2024 dal 14 al 17 aprile. Lo stand è al Padiglione 3 Stand E7, dove l’azienda è presente in un solo spazio insieme a tutte le cantine del gruppo. 

Un luogo simbolico, espressione di un concetto, quello di unione, che guida e guiderà il percorso di Prosit da qui in avanti. Un’unione di persone, territori e marchi vitivinicoli che amplifica l’identità dei singoli, i loro progetti e le loro potenzialità. Ciascuno con le proprie peculiarità, ma tutti verso l’intenzione di affermare il proprio brand attraverso una strategia precisa. Le cantine del gruppo, Cantina di Montalcino (Toscana), Torrevento (Puglia), Nestore Bosco (Abruzzo), Tenuta di Collalbrigo (Veneto) e Casa Vinicola Caldirola, saranno insieme a Prosit Group e presenteranno ciascuna la propria realtà.

Vinitaly è la grande occasione per presentare quindi i vini Low alcool de La Cacciatora, storico marchio della Gdo, che proporrà il proprio rebranding tutto orientato all’ambiente, alla sostenibilità e al consumo consapevole. Non solo low alcool, ma nuove bottiglie con il tappo a vite Stelvin, e le etichette in carta 100% riciclata.

In vetrina, poi, anche il rebranding di Torrevento, che mette ancora più al centro il legame del brand con Castel del Monte (come territorio, ambiente, cultura) e ne marca la capacità di produrre vini lontani dallo standard pugliese degli ultimi 10-15 anni. Vini eleganti, spessissimo longevi, di grande armonia e bevibilità. E poi l’attenzione all’enoturismo con Cantina di Montalcino, le novità con i vini abruzzesi di Nestore Bosco e il Prosecco Docg di Conegliano Valdobbiadene di Tenuta di Collalbrigo.

Tante novità che quest’anno rendono Prosit Group e il suo modello di business una delle realtà più rappresentative del settore. Oggi l’azienda dispone di 800 ettari coltivati in cinque regioni diverse, nel 2022 ha prodotto oltre 26 milioni di bottiglie con un fatturato di 83 milioni di euro. E un’importante quota export, circa il 61%, più di 60 mercati coperti, con al primo posto gli Usa.

Una realtà che anche attraverso Vinitaly 2024 celebra un nuovo modo di stare sul mercato, insieme agli altri brand, verso un’unica direzione, ciascuno con la propria identità di marca.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER