• Trade

Ocm Vino Paesi Terzi 2024-2025: anche Federvini plaude l’anticipo

BANNER

Dopo quello di Unione Italiana Vini, arriva anche il plauso di Federvini al Masaf in merito ai tempi rapidi di pubblicazione del nuovo bando Ocm Vino Paesi Terzi 2024-2025. L’organizzazione italiana di riferimento dei principali produttori e importatori di vini, liquori, acquaviti e aceti, nata nel 1917 e aderente a Federalimentare e Confindustria, attraverso la sua presidente, Micaela Pallini, evidenzia come le tempistiche in anticipo rispetto al passato rappresentino un “passo in avanti per il rafforzamento della misura”.

Pallini (Federvini): “Anticipo tempistiche Ocm Vino Paesi Terzi 2024-2025 offrono maggior tempo alle imprese per programmare”

Federvini accoglie con favore il bando Ocm Vino Paesi Terzi 2024-2025 presentato alle Associazioni di filiera dal Ministero dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste.

Il bando è supporto alla promozione del vino italiano sui mercati dei Paesi terzi, azione che Federvini considera strategica oggi più che mai in un contesto di forte concorrenza tra gli operatori, instabilità geopolitica e nuovi trend di consumo. I mercati internazionali, caratterizzati da sempre maggiore dinamismo, sono ormai fondamentali per la creazione di valore del settore vitivinicolo italiano.

“Le tempistiche previste dal bando”, sottolinea manifestando la propria grande soddisfazione a nome dell’intera associazione la presidente di Federvini, Micaela Pallini, “offrono maggior tempo alle imprese per programmare al meglio le strategie promozionali. Un segnale di concreta attenzione verso i bisogni dell’Impresa, che unitamente ai primi passi avanti fatti nella direzione della semplificazione amministrativa, ci fanno ben sperare per il rafforzamento di questa misura fondamentale per la competitività del vino italiano nel mondo”.

Ocm Vino Paesi Terzi 2024-2025: anche Federvini plaude l’anticipo tempistiche. Pallini: "è rafforzamento della misura”.

Il nuovo decreto di avviso per i progetti Ocm Promozione Paesi Terzi 2024-2025 che vedrà uno stanziamento di risorse per 21.723.793,75 euro.

Il provvedimento, che è già stato pubblicato con netto anticipo rispetto agli anni scorsi in modo da garantire l’avvio della campagna il prossimo 16 ottobre, prevede l’estensione dei termini di presentazione dei progetti a 60 giorni, che scadranno quindi il prossimo 3 luglio.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER