• Collection

Les Créations de 2011: l’assaggio in anteprima del nuovo Vintage e di Krug Grande Cuvée 167ème Édition

BANNER

Vivere l’esperienza di un millesimo leggendolo attraverso la prospettiva di diverse angolature. Uno spartito prima suonato da un’orchestra, melodia a cui concorrono 191 vini provenienti da 13 annate diverse, poi celebrato nella sua specificità, individuando quel che ne è il carattere “secondo le circostanze dell’annata”, come prescrisse Joseph Krug nel 1848, sulle pagine del suo iconico diario rosso ciliegia, delineando le fondamenta di quel che si sarebbe tramutata col passare del tempo in una Maison simbolo della Champagne. Ed è su questa dualità che si fonda oggi un prezioso cofanetto battezzato “Les Créations de 2011”, commercializzato in tutto il mondo solo 1500 confezioni di legno in edizione limitata, che contiene Krug Vintage 2011 e Krug Grande Cuvée 167ème Édition, con la prima, novità all’esordio, annata che abbiamo avuto occasione di assaggiare nell’anteprima italiana, presentata dal presidente Manuel Reman e dal brand manager Carlo Vallarino Gancia, e poi in una speciale degustazione direttamente a Reims in compagnia di Olivier Krug e della Chef de Caves, Julie Cavil.

In foto di copertina: Francesca Terragni, Carlo Vallarino Gancia e Manuel Reman

Les Créations de 2011: il prezioso cofanetto

Prima di parlare dell’annata 2011, occorre definire cosa abbiamo trovato nel calice al momento della degustazione “comparata” che ha visto protagoniste la Krug Grande Cuvée 167ème Édition e il Vintage 2011.

Da un lato, quella che punta a essere, edizione dopo edizione, la più generosa espressione dello Champagne secondo l’indicazione e il sogno di Joseph Krug: offrire il meglio dello Champagne anno dopo anno, a prescindere dalle variazioni meteorologiche. Per Krug Grande Cuvée 167ème Édition questo si traduce in un assemblaggio che ha coinvolto 191 vini provenienti da 13 annate diverse, di cui i più vecchi risalgono alla vendemmia del 1995 e i più giovani a quella del 2011.

Dall’altro lato, è il solo millesimo a fare capolino, celebrato nella sua specificità ed eccezionalità. Per Krug, il Vintage 2011 è Champagne sorprendente, che abbina raffinatezza e potenza ad un profilo spontaneo e vivace, frutto di quell’annata focosa: ampio, generoso e deciso, è opulento ma anche fresco e per questo motivo il comitato di degustazione della Maison guidato da Julie Cavil l’ha battezzato descrivendolo come un esempio di “Rotondità vivace”.

Due singolari espressioni della natura, dunque, a fermare come un’istantanea nel calice tutte le sfumature di un’annata singolare.

Krug 2011: l’assaggio in anteprima del nuovo Vintage

Per Krug, il 2011 è stato un anno diviso in due parti, con stagioni invertite e un brusco cambiamento delle temperature al momento della fioritura. Già la primavera è stata caratterizzata, infatti, da un deciso clima estivo che ha stimolato le viti a svilupparsi rapidamente e ad iniziare la fioritura a metà maggio, con tre settimane di anticipo rispetto al solito. Qui, tuttavia, l’imprevisto: con rovesci e il ritorno del freddo. Per un andamento climatico paradossale che ha raggiunto l’apice dell’imprevedibilità alla vigilia della vendemmia, con quattro giornate di caldo rovente seguite da piogge intense e da un improvviso calo delle temperature. La vendemmia ha avuto luogo dal 25 agosto al 3 settembre 2011, con le uve a mostrare una maturazione omogenea e il Clos d’Ambonnay inaspettatamente vendemmiato il giorno prima del Clos du Mesnil.    

“I vini Pinot Noir dell’anno esibivano un magnifico equilibrio e una bella struttura, mentre i Meunier conservavano una meravigliosa freschezza ed eleganti note amare”, spiega la Chef de Caves Krug, Julie Cavil. “Gli Chardonnay – maggiormente influenzati dai picchi di calore – erano più succosi e maturi degli altri anni, con esemplare rotondità e generosità rispetto alla loro consueta tensione. In sala di degustazione è stato subito chiaro che il clima aveva avuto un impatto sorprendente sui vini, agendo sui frutti e quasi cuocendoli con il calore, mentre il contenuto di zucchero è rimasto moderato. Sorprendentemente, gli appezzamenti migliori sono stati i più inaspettati”.  

L’annata della “Rotondità vivace”: così è stato battezzato dal comitato di degustazione della Maison il nuovo Vintage 2011 oggi al suo esordio. Uno Champagne che sorprende per l’evoluzione che già propone nel calice laddove confrontato con altri millesimi che l’hanno preceduto. Fresco, dalla bellissima acidità e un piacevole ingresso in bocca dove si avverte una nuance che ricorda il kiwi, presenta una salinità gradevole ben integrata dalla nota citrica, per poi sviluppare eleganti sfumature agrumate con il passare dei minuti.

Les Créations de 2011: l’assaggio in anteprima del nuovo Champagne Vintage e di Krug Grande Cuvée 167ème Édition

Come giustamente sottolinea la Maison di Reims, in Krug 2011 si abbinano raffinatezza e potenza ad un lato spontaneo e vivace, frutto di quest’annata “focosa”. Ampio, generoso e deciso, opulento ma anche fresco, è selezione di vini dove gli appezzamenti di Pinot Noir costituiscono quasi la metà (46%) dell’assemblaggio, conferendo un’ottima struttura e un magnifico equilibrio. I vini Chardonnay (37%), invece, più colpiti dai picchi di calore, infondono aromi di frutta succosa e matura, mente i Meunier (17%) donano una meravigliosa freschezza con eleganti note amare.

Les Créations de 2011: l’assaggio in anteprima del nuovo Champagne Vintage e di Krug Grande Cuvée 167ème Édition

Oltre 12 anni di permanenza nelle cantine lo spartito dell’annata 2011, interpretato dal ristretto ensemble, propone una sinfonia generosa e decisa: “Una sorprendente alleanza di raffinatezza e potenza, con il dinamismo di un tempo Allegro-Vivace”.

Ovviamente, come per tutti gli Champagne della Maison, anche Krug 2011 continuerà a migliorare con il trascorrere del tempo, dando il suo meglio. 

“Krug 2011 è un millesimato che si abbina deliziosamente con le carni alla griglia, il shish kebab o il souvlaki greco, o persino con i crostacei più saporiti, come il granchio nero”, sottolinea Julie Cavil. “La natura decisa di questo Champagne gli permette di abbinarsi sontuosamente con i piatti speziati e con golosi dessert come la torta al rabarbaro e la marmellata di arance amare”.

Krug Grande Cuvée 167ème Édition: l’altra metà de Les Créations de 2011

Un’armonica sinfonia, quella di Krug 2011, che trova un interessante confronto in un altro spartito che vede tra i suoi protagonisti l’annata 2011: quella Krug Grande Cuvée 167ème Édition che l’accompagna nel cofanetto “Les Créations de 2011” ed è assemblaggio di 191 vini provenienti da 13 annate diverse, il più vecchio dei quali risale al 1995 e il più giovane proprio al Vintage che fa oggi capolino in solitaria.

In particolare, in questa edizione dello Champagne simbolo di Krug si trovano vini del 2011 provenienti da parcelle situate dietro la Montagne de Reims Nord, a Mareuil-sur-Ay, che sono state selezionate per la loro straordinaria espressione di bellezza, ampiezza e fruttuosità, accompagnati da vini Pinot Noir d’Ambonnay, Ay e Bouzy, scelti per la loro struttura, mentre alcuni vini di riserva più vecchi provengono dagli appezzamenti di Verzenay e apportano raffinatezza ed eleganza matura. In Krug Grande Cuvée 167ème Édition, alcuni appezzamenti di Saint-Gemme donano poi l’espressione fruttata dei Meunier (17%) e, infine, altri della Côte des Blancs, ovvero Chouilly e Oger, conferiscono agli Chardonnay (36%) carattere e corposità.

Per uno Champagne che si distingue oggi per quella che ne è la stratificazione, dove l’acidità si accompagna a decise note agrumate e una gradevole sfumatura speziata.

Krug Grande Cuvée 167ème Édition si presta a una ricchezza di combinazioni culinarie, dalle più semplici alle più sofisticate, dal Parmigiano invecchiato al turbot à la truffe. Ma può essere apprezzato come aperitivo con prosciutto Jabugo e Comté maturo o servito in accompagnamento a ostriche, gamberi grigliati, piatti indiani o marocchini, così come a dessert come carrot cake, tarte tatin e cheesecake.

E come ogni Grande Cuvée, anche in questo caso il passare del tempo conferirà maggiore complessità a quella che ora è una bollicina capace di regalare grandi emozioni.

Les Créations de 2011: l’assaggio in anteprima del nuovo Champagne Vintage e di Krug Grande Cuvée 167ème Édition
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER