• Eventi

Sostenibilità: da Cantina Guido Berlucchi in Franciacorta si parla delle sfide della transizione ecologica

BANNER

Il 16 maggio, presso la Cantina Guido Berlucchi, Sostenibilità al centro. Si svolgerà, infatti, in Franciacorta la seconda edizione dell’evento “I territori e le sfide della transizione ecologica” organizzato da University for SDGs, associazione nata dalla volontà di promuovere gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell’Agenda Onu 2030 attraverso il dialogo tra mondo accademico, imprenditoriale e istituzionale.

L’evento, inserito all’interno del Festival dello Sviluppo Sostenibile di ASVIS, patrocinato dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Brescia, consisterà in una giornata di conferenze e tavoli di lavoro volti ad analizzare temi legati alle esigenze del territorio al fine di proporre soluzioni concrete e presentare progetti in chiave sostenibile. 

In linea con gli obiettivi sanciti dalle Nazioni Unite e con i valori promossi da Berlucchi, si parlerà delle maggiori sfide del mondo odierno: dall’agricoltura sostenibile alla transizione verso nuovi modelli che rispettino l’equilibrio tra ecosistema, tradizioni e tecnologia, dall’intelligenza artificiale come minaccia e opportunità alla carbon neutrality, dalle tecnologie per la riduzione dell’impatto ambientale della produzione industriale alle buone pratiche per affrontare l’emergenza climatica.

Sostenibilità: da Cantina Guido Berlucchi in Franciacorta si parla delle sfide della transizione ecologica.

“I territori e le sfide della transizione ecologica”: si parla di Sostenibilità il 16 maggio da Cantina Guido Berlucchi in Franciacorta

L’impegno della storica realtà della Franciacorta nell’ambito della sostenibilità ambientale ed ecologica si rinnova nella collaborazione con University for SDG’s. Giovedì 16 maggio, Academia Berlucchi ospiterà all’interno delle sue cantine l’appuntamento annuale volto a promuovere un confronto intergenerazionale, costruttivo e concreto tra studenti, professori, università, aziende e istituzioni sui temi dello Sviluppo Sostenibile.

Il supporto a questo evento si inserisce in un quadro più ampio di iniziative di responsabilità e coinvolgimento sociale che la Guido Berlucchi intraprende, fra cui la promozione di due importanti borse di studio in collaborazione con UniBS e UniMI, destinate a sostenere due Dottorati di Ricerca nell’ambito dello “Sviluppo di sistemi di valutazione integrata della sostenibilità in viticoltura” presso UniBS ed “Modelli innovativi per l’analisi del mercato vinicolo tra orientamento al consumatore e sostenibilità” presso UniMI.

Promuovere il benessere delle persone, preservare la biodiversità dei terreni e sostenere azioni etiche e sostenibili sul territorio, tra cui coinvolgere le nuove generazioni, sono le principali attività di Berlucchi.

L’impegno nel preservare l’ecosistema e la biodiversità circostante e nel promuovere un ambiente sano attraverso metodi naturali e biologici è testimoniato, in questi giorni, da un fenomeno naturale straordinario: centinaia di api hanno invaso i vigneti di Borgonato, grazie alla generosa fioritura di essenze seminate lo scorso autunno dal team di agronomi di Berlucchi tra i filari di Chardonnay e Pinot Nero. Le api sono da sempre considerate guardiani indispensabili della biodiversità e della fertilità del suolo, e la loro presenza nei vigneti rappresenta un autentico sigillo di approvazione della natura stessa.

Con la loro attività, le api contribuiscono a un ecosistema sano, equilibrato, che ha bisogno di meno interventi da parte dell’uomo. Attraverso l’impollinazione, fa proliferare le erbe e i fiori, che a loro volta attraggono e ospitano nuovi insetti. Erbe e fiori rendono il terreno più areato con le loro radici e agevolano la crescita sana della vite e fungono da fertilizzante naturale per il vigneto.

Da tempo, infatti, l’azienda ha deciso di estendere la pratica del sovescio – risalente all’epoca romana – aumentando le tipologie di essenze seminate tra un filare e l’altro, in particolare quelle della famiglia botanica delle leguminose, capace di assorbire l’azoto presente nell’aria e fissarlo al suolo, rendendolo prontamente disponibile per le piante: una vera e propria concimazione naturale. Ogni specie seminata svolge un ruolo specifico, permettendo così di aumentare la biodiversità del territorio e ricreare un equilibrio da sempre presente in natura. I diversi fiori favoriscono la presenza delle api e dell’impollinazione, contribuendo non solo alla qualità delle uve, ma anche alla sostenibilità ambientale.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER