• Spirits

Istituto Grappa del Trentino: viaggio in Irlanda nelle terre del Whiskey

BANNER

L’Istituto Tutela Grappa del Trentino (presieduto da Alessandro Marzadro e fondato nel 1960 con l’obiettivo di tutelare e promuovere il prodotto) ha promosso un viaggio-studio in Irlanda per confrontare il mondo della produzione e ospitalità italiana con quella del turismo del whiskey (noto per la sua dolcezza e morbidezza, caratteristiche che lo distinguono da altre varietà come lo scotch o il bourbon). Un ricco programma di incontri è stato raccontato anche attraverso le immagini sui social dall’8 al 12 maggio con un gruppo di distillatori trentini che, sotto il cappello dell’Istituto Tutela Grappa del Trentino, che hanno visitato numerosi territori dell’Irlanda alla scoperta del mondo della distilleria del Whiskey locale.

Istituto Grappa del Trentino: il tour alla scoperta del Whiskey

Hanno preso parte al viaggio oltre il 50% delle distillerie socie dell’Istituto Tutela Grappa del Trentino, 13 per l’esattezza. Il tour ha toccato Dublino, Kilkenny, Cork, oltre ai territori limitrofi alle città. In tutto sono state visitate quattro distillerie e la fabbrica di produzione della birra irlandese Guinness. Anche il mondo della ristorazione e come vengono proposti i distillati locali è stato oggetto di studio del gruppo trentino. Molte delle distillerie più antiche e storiche si trovano in Irlanda, e la tradizione della produzione di whisky nel paese risale a centinaia di anni fa.

Questo viaggio è stato studiato per immergersi nella storia e nella conoscenza del whisky irlandese, attraverso visite a note distillerie e degustazioni con i produttori locali, per fare tesoro di esperienze umane e professionali.  Ogni anno vengono prodotti in Trentino circa 7.500 ettanidri di grappa (il 10% del totale nazionale in bottiglie da 70 cl) vale a dire circa 2,5 milioni di bottiglie equivalenti, distillando 13000 tonnellate di buccia d’uva. Tre le tipologie principali di grappa prodotta: quella da uve bianche e aromatiche (60% del totale) e il restante 40% uve a bacca rossa.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER