• Eventi

Terroir Dogliani: tre giorni di degustazioni il weekend del 1° giugno

BANNER

Alla scoperta di un territorio e dei suoi vini: il 1° giugno a Dogliani, il 2 e 3 giugno a Mondovì. Per una tre giorni di esperienze sensoriali con presentazione delle annate, degustazioni guidate, abbinamenti tra cibo e vino, banchi d’assaggio, approfondimento sul territorio e i suoi diversi vitigni. Per chi vuole assaporare l’equilibrio del Docg 2023 e degustare i profili olfattivi ricchi di note fruttate del Docg Superiore 2022, l’appuntamento è con Terroir Dogliani, organizzato dalla Bottega del Vino Dogliani, consorzio tra i produttori della denominazione Dogliani Docg. Grande protagonista sarà il Dolcetto, emblema e identità di questa parte di Langa, ma il programma di masterclass, laboratori, banchi d’assaggio proporrà anche vini nati da altri vitigni, una produzione che sta crescendo fra i confini del Dogliani Docg, oltre alla ricca cultura enogastronomica del territorio doglianese.

Il programma della tre giorni di degustazioni di Terroir Dogliani: il 1° giugno a Dogliani, il 2 e 3 giugno a Mondovì

“Nel calice, i Dogliani 2023 paiono molto luminosi e vivaci nel colore, dalla struttura leggiadra e fresca. I Dogliani Superiore 2022 si presentano dinamici e tesi nella piacevolezza in bocca”, sottolinea Andrea Dani, docente e relatore Ais Piemonte.

Si comincia sabato 1° giugno a Dogliani nelle suggestive cantine storiche della Bottega del Vino: alle 14 aprono i banchi di assaggio (fino alle 20:00). Parallelamente, alle ore 15 inizia il laboratorio dedicato al Dogliani Superiore Docg 2022 e Classico 2023 accompagnato dalle carni crude, salsiccia di Bra, battuta e vitello tonnato.

Segue in programma il laboratorio Terre Alte del Dogliani: un Nebbiolo Territoriale accompagnato dai formaggi di pecora e capra della Langa.

Nel frattempo, si può visitare la mostra del pittore Angelo Ruga (l’introduzione alle opere esposte sarà alle 18, seguita da un aperitivo). La giornata si chiude con la cena nell’Osteria Battaglino, con quattro piatti abbinati ad annate d’archivio (prenotazione obbligatoria).

Il programma della tre giorni di degustazioni di Terroir Dogliani: il 1° giugno a Dogliani, il 2 e 3 giugno a Mondovì.

Domenica 2 la manifestazione si sposta nel medievale Palazzo Fauzone Relais a Mondovì. Alle 11 c’è il laboratorio dedicato al Riesling, accompagnato da pesci di fiume affumicati. Alle 12 quello sul Pinot Nero, accompagnato dai salumi d’oca, mentre contemporaneamente aprono i banchi d’assaggio, fino alle 20.

Alle 15 l’ultimo laboratorio, Terre Alte del Dogliani per l’alta Langa, accompagnato dalla terrina di coniglio.

Alle 18:30 la presentazione del libro “Alta Langa” edito da Slow Food e la sera gran finale all’Osteria Bertaina: cena sotto i portici in Piazza Maggiore con le nuove annate dei produttori della Bottega (prenotazione obbligatoria).

La giornata di lunedì 3 sarà riservata a operatori del settore e a giornalisti, con masterclass e approfondimenti strettamente legati al vino.

“Il Dolcetto è un vitigno molto diffuso nel sud del Piemonte, ma è impossibile farlo crescere altrove, ogni esperimento in questo senso è stato vano. E il Dolcetto a Dogliani si distingue dagli altri per la straordinaria combinazione di vitigno, clima, terreno, cultura e lavoro dell’uomo”, commenta Nicoletta Bocca, presidente della Bottega del Vino Dogliani. “Però qui si possono coltivare altri vitigni, con risultati di assoluto interesse. A Terroir Dogliani si potranno infatti assaggiare anche vini bianchi, spumanti, rosati e rossi. E calati in una cornice incredibile bellezza, si potrà assaporare la gastronomia delle nostre terre, dai sapori semplici e antichi”.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER