• Trade

Consorzio di tutela Asolo Montello: Michele Noal nuovo presidente

BANNER

Michele Noal, 60 anni, è il nuovo presidente del Consorzio di tutela Asolo Montello. Il CdA uscito dall’assemblea dei soci dello scorso 21 maggio lo ha eletto all’unanimità, designando come vicepresidenti Claudio Galosi (emanazione dell’azienda Botter Spa) e Salvatore Feletti (in rappresentanza della Cantina Colli del Soligo Sca).

“Ringrazio il consiglio – dichiara Noal – per l’ampia fiducia con cui mi ha conferito questo incarico. Il mio intento sarà sempre quello di unire, creare dialogo e confronto. Desidero rappresentare nel migliore dei modi le varie anime che compongono le nostre Denominazioni”.

Proveniente da una famiglia di agricoltori, Noal gestisce un’azienda viticola di piccole dimensioni a Pederobba, dove è iniziata anche la sua esperienza amministrativa come sindaco, dal 1994 al 2004, mentre dal 2006 al 2014 ha ricoperto la carica di assessore per le attività produttive, trasporti e al lavoro della Provincia di Treviso.

L’Asolo Prosecco accelera: lo stato dell’arte della Denominazione

Il nuovo presidente arriva alla guida di una Denominazione quantomai in salute. A evidenziarlo il fatto che l’Asolo Prosecco in questo inizio d’anno ha ripreso a spingere sull’acceleratore: dopo aver chiuso il 2023 con una crescita del 14,5%, mettendo a segno il record storico di 27,5 milioni di bottiglie vendute, ora ecco che il primo trimestre del 2024 fa un ulteriore balzo in avanti del 16,3%. Le bottiglie certificate nei primi tre mesi dell’anno sono già 8,2 milioni: se il trend continuasse su questi livelli, a fine anno verrebbe sfondato il tetto dei 30 milioni di bottiglie, un obiettivo che solo una manciata di anni fa poteva sembrare irraggiungibile.

Consorzio di tutela Asolo Montello: Michele Noal nuovo presidente. I vice della Denominazione sono Claudio Galosi e Salvatore Feletti
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER