• Collection

Harmonia Mundi: il primo spumante di Santa Margherita dalle Vigne millenarie di San Francesco della Vigna a Venezia

Harmonia Mundi: il primo spumante di Santa Margherita dalle Vigne millenarie di San Francesco della Vigna a Venezia
BANNER

Santa Margherita svela Harmonia Mundi, il primo spumante veneziano ottenuto dalle uve coltivate nei secolari chiostri di San Francesco della Vigna, custodi del più antico vigneto urbano della città per oltre otto secoli. Questo vino esclusivo, in edizione limitata a soli 1.107 numerate bottiglie per il millesimo 2022, cattura l’aura mistica dei luoghi di devozione e l’anima del territorio lagunare, testimoniando il legame saldo tra Santa Margherita e il simbolo veneziano del Leone.

Harmonia Mundi: il primo spumante di Santa Margherita dalle Vigne millenarie di San Francesco della Vigna a Venezia

Harmonia Mundi: lo spumante Metodo Charmat da uve Glera e Malvasia come ai tempi della Serenissima

Harmonia Mundi è uno spumante Metodo Charmat che deve la sua finezza e complessità a una maturazione prolungata sui lieviti per almeno sei mesi, grazie anche ai nobili vitigni di Glera e Malvasia, le varietà bianche più rinomate in Veneto ai tempi della Serenissima. Questi vitigni sono stati reintrodotti a San Francesco della Vigna dagli esperti agronomi di Santa Margherita nel 2019, rinvigorendo antiche pratiche di coltivazione come l’allevamento ad alberello e la lavorazione manuale dei vigneti, oltre alla promozione della biodiversità con la semina di fiori perenni che adornano i filari con la loro varietà di colori. La prima vendemmia, celebrata il 30 agosto 2022, ha prodotto 1.107 bottiglie eleganti e raffinate, numerate in omaggio alla lunghezza dei filari del vigneto.

Harmonia Mundi: il primo spumante di Santa Margherita dalle Vigne millenarie di San Francesco della Vigna a Venezia

La produzione di questo pregiato spumante rappresenta il culmine di un ambizioso progetto di riqualificazione dei vigneti che risiedono nei chiostri del convento dal lontano 1253, mirato a rinsaldare il legame storico tra il marchio vinicolo iconico e la città di Venezia. Questa connessione affonda le radici quasi un secolo fa, quando il Conte Gaetano Marzotto, fondatore di Santa Margherita, scelse l’entroterra veneziano per avviare una rivoluzione nell’agroindustria italiana, portando alla creazione di uno dei marchi enologici più celebri del paese.

L’esclusività di Harmonia Mundi è ulteriormente enfatizzata dal suo prezioso packaging: una bottiglia serigrafata dalle tonalità blu e dorate, che evocano i colori della laguna e i riflessi luminosi che si riverberano sulle acque dei canali veneziani di notte. Il cofanetto che la contiene, realizzato con legno proveniente da briccole dismesse, aggiunge un tocco di eleganza e rappresenta un omaggio tangibile alla città e alle origini uniche di questo vino.

Stefano Marzotto, Vicepresidente di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, commenta:

“Il recupero dei vigneti urbani rappresenta per noi di Santa Margherita una delle iniziative più significative nel mondo del vino, volta a mantenere vivo il legame con la nostra storia, le radici e le tradizioni. I vigneti erano un elemento essenziale dell’economia, dell’urbanistica e della vita sociale delle nostre città. Venezia, nonostante le limitate dimensioni di superficie, ha coltivato la vite nel suo cuore per secoli. San Francesco della Vigna, con le sue radici nel XIII secolo, rappresenta una delle ultime testimonianze di questa antica presenza. Siamo orgogliosi di aver contribuito al suo restauro e alla sua rinascita, per valorizzare ulteriormente l’unicità di questo terroir e per firmare la nascita del nuovo spumante Harmonia Mundi”.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER IDEALWINE
BANNER