• Trade

Vini Piwi in Piemonte: il tesoro dei vitigni resistenti al Castello Reale di Govone

Vini PIWI in Piemonte: Il tesoro vitivinicolo dei vitigni resistenti al Castello Reale di Govone
BANNER

Al via la prima edizione di Vini Piwi in Piemonte, dedicato alla scoperta del nuovo mondo dei vitigni resistenti, e delle loro declinazioni. Appuntamento per sabato 29 giugno nella cornice del Castello Reale di Govone. Vini Piwi sarà la  prima manifestazione in Piemonte che racconterà un enorme patrimonio vitivinicolo, in grande espansione in tutta Europa. Grazie a decenni di lavoro, incrociando varietà di vitis vinifera e specie resistenti americane o asiatiche, attraverso una impollinazione naturale, questi vitigni hanno un’alta resistenza alle malattie, mantenendo al contempo elevate qualità enologiche e  caratteristiche gustative e organolettiche uniche. Conseguentemente è possibile ridurre i costi legati ai trattamenti fitosanitari, aumentare contemporaneamente la produttività dei vigneti e promuovere la sostenibilità,  in quanto coltivabili facilmente in regime biologico, in altre parole dare una risposta concreta alle sfide poste dai cambiamenti climatici. Una manifestazione nata per conoscere e approfondire i vitigni piwi, che costituiscono la vera rivoluzione della viticoltura sostenibile ed eco-compatibile che risponde alle attuali esigenze ambientali.

Vini PIWI in Piemonte: Il tesoro vitivinicolo dei vitigni resistenti al Castello Reale di Govone

Vini Piwi in Piemonte: il programma

L’evento prende il via alla mattina con il convegno “Vitigni resistenti, una grande opportunità per la viticolutura piemontese” dedicato ai professionisti del settore con 8 incontri di alto profilo scientifico e divulgativo.

Ad aprire il convegno Marco Stefanini, Presidente di Piwi Italia – agronomo ed enologo, e coordinatore dell’Unità di Genetica e Miglioramento Genetico della Vite presso la Fondazione Edmund Mach. Autore di oltre 300 articoli scientifici, introdurrà tutte le novità e i miglioramenti genetici della vite. Si prosegue con Davide Sordi – professionista nel settore enologico e viticolo, specializzato in difesa fitosanitaria e sostenibilità in vigneto, che illustrerà le sfide e le opportunità nel mercato dei vitigni resistenti. 

Ad approfondire con un focus enologico sulla vinificazione dei vini piwi,  a soli 39 anni, Nicola Biasi – miglior giovane enologo d’Italia che precederà Alexander Morandell, Presidente di Piwi International dal 2020, che  offrirà una panoramica sul panorama viticolo Piwi europeo, esplorando le tendenze e le innovazioni nel settore.

Si continua con Mario Deltetto, sommelier e laureato in psicologia, nonché responsabile della Accademia Alberghiera di Alba, che ci parlerà di come abbinare i vini Piwi ai nuovi trend culinari; e poi ancora Giacomo Dacomo, vicepresidente Istituto Umberto I –  Scuola enologica di Alba, che racconterà le sperimentazioni in vigna portate avanti nel comune di Alba.

Dalle ore 15,00 alle 20,00 nella sala polifunzionale anche “La Serra” la mostra dei vini Piwi: oltre 100 vini resistenti raccontati da 25 cantine provenienti da tutta Italia, per tutti i wine lovers, oltre ad una selezione di cantine internazionali. Attraverso l’acquisto del pacchetto degustazione, si potranno assaggiare tutti i vini presenti e acquistare, direttamente dalla cantina, le etichette trovate più interessanti.

Tra queste sarà possibile conoscere la Cantina Lieselhoha Caldaro (BZ), della famiglia Morandell che produce vini da vitigni piwi dal 1993 e  le cui vigne si estendono tra le alture dell’Alto Adige e la riviera mediterranea, ai piedi del passo della Mendola sul lago di Caldaro: Le Carline Pramaggiore (VE), che nel territorio suggestivo della Doc di Lison-Pramaggiore, con determinazione, ha deciso di salvaguardare, con un attento regime biologico, producendo vini rispettosi del proprio territorio e di alta qualità. La Cantina TreZero, che nasce nel 2016 dall’idea di tre amici, esperti del settore vinicolo, con la volontà di creare vini di qualità e a basso impatto ambientale. A Valvasone, in Friuli Venezia Giulia la cantina TreZero è una realtà virtuosa che ha creduto nella qualità e le caratteristiche uniche dei vitigni resistenti. La Cantina Ceste che proprio a Govone (CN), alla fine degli anni ‘60, inizia la sua attività, con grandi vini che conquistano il mercato nazionale ed internazionale, attraverso la sostenibilità in vigna e una attenta selezione delle uve.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER