• Collection

Vernatsch dell’Anno 2024: quali sono le migliori Schiava

BANNER

L’eccellenza vinicola altoatesina in una speciale kermesse a 1500 metri: il vigilius mountain resort ha ospitato la 21esima edizione del Trofeo Schiava, che ha decretato le migliori due etichette premiate con il titolo di Vernatsch dell’Anno 2024 e una terza scelta dal pubblico. Ecco chi sono i vini vincitori.

I vincitori del titolo di Vernatsch dell’Anno 2024: quali sono le migliori etichette del Trofeo Schiava

Immerso nello splendore delle Dolomiti, l’11 giugno vigilius mountain resort ha ospitato la 21esima edizione del Trofeo Schiava, l’appuntamento annuale dedicato a tutti gli appassionati di questa particolare produzione vinicola tipica dell’Alto Adige che premia le migliori etichette del territorio.

Sommelier, esperti ma anche semplici appassionati si sono riuniti in alta quota per partecipare alla premiazione delle migliori etichette di Schiava prodotte dalle cantine locali.

Nata da un’idea di Ulrich Ladurner, proprietario di vigilius mountain resort, Günther Hölzl, negoziante di vini di Merano, e Othmar Kiem, giornalista enogastronomico, da oltre 20 anni la kermesse celebra le caratteristiche del vino Vernatsch (ovvero lo Schiava), strettamente legato al territorio e alla sua tradizione che al tempo stesso rappresenta il nuovo, la leggerezza e il benessere.

I premiati del titolo di Vernatsch dell'Anno 2024: quali sono le migliori etichette del Trofeo Schiava. Chi sono i vini vincitori.

Tipologia di uva altoatesina autoctona e indigena della terra da oltre 1.000 anni, la varietà Schiava dà vita a vini non complicati e “beverini”, dal colore rosso piuttosto chiaro, dalle note leggere: la bassa concentrazione di tannino non solo lo rende piacevolmente delicato e fruttato, ma lo colloca tra i vini rossi dal più basso valore di acidità.

Le etichette che sono state premiate come “Vernatsch dell’Anno 2024” per la Categoria Classico sono il Grauvernatsch Alto Adige Doc 2023 di Muri-Gries, mentre invece per la Categoria Selezione è stato premiato il Der Pfannenstiel St. Magdalener Classico Alto Adige Doc 2018 di Pfannenstielhof.

Ad aggiudicarsi il titolo di vincitori regionali per la categoria Classico sono stati il Leuchtenburg Lago di Caldaro classico superiore Alto Adige Doc 2023 di Cantina Kaltern, il Meranerin Alto Adige Meranese Doc 2023 di Popphof, il Grauvernatsch Alto Adige Doc 2023 di Muri-Gries e il St. Magdalener Classico Alto Adige Doc 2023 di Ansitz Waldgries.

A portare a casa il titolo di vincitori regionali per la categoria Selezione sono stati il Novis Lago di Caldaro Classico Superiore Alto Adige Doc 2023 di Ritterhof, il Terrass Meraner Hügel Südtirol Doc 2022 di Haidenhof, il Missianer Vernatsch Alto Adige Doc 2023 di Cantina St. Pauls e il Der Pfannenstiel St. Magdalener classico Alto Adige Doc 2018 di Pfannenstielhof.

Tra tutte le etichette, quella che ha conquistato il palato del pubblico è stata la Terrass Meraner Hügel Südtirol Doc 2022 di Haidenhof.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER