• Collection

L’Ode au Meunier: Champagne Pannier presenta due nuovi parcellari

BANNER

Una vera e propria ode al Meunier: di nome e di fatto. È quella che Champagne Pannier ha scelto di declamare in bottiglia con le ultime due new entry a catalogo. A colorare la già ricca offerta della Maison di Château-Thierry sono arrivati due parcellari figli di altrettanti vigneti di Charly sur Marne e Venteuil. Cuvée 100% Meunier, come detto, vitigno protagonista assoluto nel cuore della Vallée de la Marne, le due versioni di L’Ode au Meunier raccontano nel calice un territorio che da sempre è fondamentale nel plasmare lo stile di Champagne Pannier.

L’Ode au Meunier: arrivano da Charly-sur-Marne e Venteuil i nuovi parcellari di Champagne Pannier

La storia di Champagne Pannier prende il via nel 1899 a Dizy, alle porte di Epernay, con Louis-Eugène Pannier. È qui che viene scritto il primo capitolo della saga che racconta un savoir-faire che trova emblematica espressione in un simbolo: l’arciere. Si tratta di quello riscoperto all’interno delle cantine di epoca medievale della Maison a Château-Thierry, dove si trasferì nel 1937 trovando quella che ne sarebbe divenuta la casa in un angolo di Francia che ha saputo incantare pittori, scrittori e poeti, come l’iconico Jean de la Fontaine.

Qui, nel sottosuolo, si cela uno dei patrimoni più preziosi della Champagne: il labirinto di cave di pietra del XII secolo che oggi compone la cantina di Champagne Pannier. Ed è sui muri del luogo dove le bottiglie della Maison riposano durante l’affinamento sui lieviti che è stata rinvenuta un’incisione medievale che ritrae un arciere, scolpendo di fatto su roccia il motto che definisce lo stile e i valori di Champagne Pannier: “Tendre à la perfection”, ovvero tendere alla perfezione.

Il legame che unisce la Maison di Château-Thierry con la Vallée de la Marne è ribadita dalla padronanza che nel corso del tempo ha saputo maturare sull’utilizzo del vitigno principe della sua zona, il Meunier, che conferisce allo Champagne un carattere gourmand e fruttato senza paragoni. Una varietà che oggi viene esaltata attraverso un’ode in bottiglia e nel calice che declama la bontà dei frutti di due vigneti a Charly-sur-Marne e a Venteuil.

L’Ode au Meunier è la più recente creazione firmata da Champagne Pannier e racconta di due espressioni parcellari che affinano minimo due anni sui lieviti, dopo vinificazione in botti di rovere francese. Dosati entrambi tra i 3 e i 4 g/l, L’Ode au Meunier Charly sur Marne è chiaro e brillante con una bollicina fine e persistente. Al palato si caratterizza per le note di frutta gialla, derivazione del terreno argillo-calcareo. Espressivo e ben strutturato, è Champagne perfetto per accompagnare il pasto.

L’Ode au Meunier Venteuil, dal color oro elegante, è invece figlio di un terreno gessoso argillo-calcareo. Al palato è floreale, delicato ed elegante. Ben bilanciato, risulta ideale in aperitivo.

BANNER
BANNER
BANNER
BANNER
BANNER