https://www.banfi.it/it/
banner
  • Collection

Franciacorta Berlucchi ’61 Numero Primo: nuovo look e svolta Extra Brut

Dello stesso argomento

BANNER

Una delle più conosciute produzioni in Franciacorta, la linea Berlucchi ’61, si rifà il look. Nuova Brand Identity all’insegna di quello che è definito il “lusso naturale” per la gamma della celebre cantina bresciana. Con la linea che a far data da settembre si arricchirà con la novità del Berlucchi ’61 Extra Brut, a dosaggio quasi zero.

Berlucchi ’61 Numero Primo: la nuova Brand Identity firmata Spazio Di Paolo

“Un’idea forte, assertiva e che sottolinea l’unicità inconfondibile di Berlucchi in Franciacorta:

61, anno di nascita del primo Franciacorta proprio nelle cantine Berlucchi, è proprio un Numero Primo che – indivisibile in sé – è anche inscindibile dal territorio in cui è nato e dall’origine del suo successo”: così la storica azienda bresciana spiega le fondamenta su cui si basa una gamma divenuta iconica nel tempo.

Una linea che fa riferimento a quella che è considerata una svolta nella storia enologica italiana, soprattutto quando si parla di bollicine, unicità che i suoi fondatori, Guido Berlucchi e Franco Ziliani, avevano forse già immaginato e che ne è stata la guida per oltre 60 anni.

Carattere, unicità, forza: questi gli elementi che la nuova Brand Identity, firmata Spazio Di Paolo, pluripremiato studio di design d’arte, punta a convogliare. 

Attraverso nuovi linguaggi visuali, cromatismi e suggestioni in cui natura e design diventano interlocutori privilegiati, a venire offerto è un tributo agli straordinari anni che hanno dato il via all’epopea della linea Berlucchi ’61, ma senza nostalgie o ispirazioni “rétro”: solo cogliendone e distillandone l’essenza generatrice della nuova modernità italiana.

Anche la forma dell’etichetta diventa più accattivante grazie a un tratto più contemporaneo e in linea con il nuovo stile del brand: con la doppia cromia, unita alla particolare struttura e realizzata con due carte sovrapposte, ad accompagnare il consumatore nella sua esperienza degustativa sin dal primo tocco.

L’assaporare un “saper fare” che passa anche dal lancio di una nuova interpretazione espressione di naturalezza dei vigneti dell’azienda.

Berlucchi 61 Numero Primo: la nuova Brand Identity della linea di Franciacorta: arriva a settembre l’Extra Brut di Arturo Ziliani.

Il “Saper fare” della Franciacorta di Berlucchi ’61 Numero Primo: arriva a settembre l’Extra Brut di Arturo Ziliani

“Saper fare”: innanzitutto grandi vini in Franciacorta. Un valore immateriale straordinario, di cui la Guido Berlucchi è depositaria – ed iniziatrice – da oltre 60 anni. La cantina recupera e riafferma oggi in chiave contemporanea quei valori che sono alla base della propria storia, per declinarli e condividerli anche con le nuove generazioni di consumatori.

Con il lancio della nuova Linea ’61, infatti, si assiste a un profondo rinnovamento nell’immagine, ma anche nella filosofia. La gamma si completa grazie al lancio del nuovo ’61 Franciacorta Extra Brut, che nel suo bassissimo dosaggio zuccherino dimostra un impegno “extra” nel trasferire all’interno del calice tutta l’essenza del territorio, senza che questa possa essere in qualche modo “coperta”. 

A trasparire, al contempo, è la visione dell’amministratore delegato ed enologo della cantina franciacortina, Arturo Ziliani, che già da tempo ha fatto della pulizia, precisione e finezza dei suoi vini la firma stilistica dell’azienda. 

Così, il progetto Berlucchi ’61 Numero Primo, che sarà svelato ufficialmente al pubblico a settembre, si propone di diventare il nuovo protagonista sulle tavole stellate e nelle cantine degli appassionati di Franciacorta Berlucchi di tutto il mondo.

Berlucchi 61 Numero Primo: la nuova Brand Identity della linea di Franciacorta: arriva a settembre l’Extra Brut di Arturo Ziliani.
banner
BANNER
BANNER
banner

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »