James Bond: non serve attendere per il Bollinger 007 Millésime 2011

Eventi e fiere rimandati o cancellati. Il Coronavirus non risparmia proprio niente. Nemmeno le uscite dei grandi film. James Bond 007 “No Time To Die” doveva essere presentato ad aprile: ora, purtroppo, dovremo aspettare fino a novembre per poterci gustare il 25esimo episodio della saga del più famoso tra gli agenti segreti al servizio di Sua Maestà. Non dobbiamo attendere, invece, per scoprire la splendida bottiglia che la maison Bollinger ha pensato di realizzare in occasione di questo film. Si tratta di un millesimo 2011, creato in edizione limitata e ispirato al mondo di Bond, che indubbiamente rimarrà nella storia dell’ormai quarantennale rapporto di collaborazione tra la Maison e uno dei personaggi più famosi e amati del cinema.

Una grande prima per Bollinger

Con questa etichetta dedicata a James Bond è la prima volta nella storia che Bollinger produce una cuvée proveniente unicamente da Aÿ, storico e importante Cru per il Pinot Noir dove ha la maison ha la sua sede
È la prima volta nella storia che Bollinger produce una cuvée proveniente unicamente da Aÿ, storico e importante Cru per il Pinot Noir dove ha la maison ha la sua sede dal 1829

Il 007 Millésime 2011 è uno champagne unico, realizzato esclusivamente da uve Pinot Noir provenienti dal villaggio di Aÿ. È la prima volta nella storia che Bollinger produce una cuvée proveniente unicamente da questo storico e importante Cru per il Pinot Noir, dove la Maison ha la sua sede fin dalla sua origine: anno di grazia 1829. La bottiglia nera è decorata con il numero 25, formato dai titoli dei film precedenti. Gli stessi incisi anche sul vetro dell’astuccio in legno che, così come la bottiglia, è un vero e proprio capolavoro per intenditori e collezionisti.

007 Millésime 2011: uno Champagne degno di James Bond

Grazie al Pinot Noir, il James Bond 007 Millésime 2011 si dimostra fedele al carattere della casa Bollinger
Grazie al Pinot Noir, il 007 Millésime 2011 si dimostra fedele al carattere della casa Bollinger

Grazie al Pinot Noir, il 007 Millésime 2011 si dimostra fedele al carattere della casa Bollinger. Uno champagne complesso e strutturato, seppur ancora giovane con un piacevole, quanto inaspettato, marcato sentore di nocciola al naso. Non manca di freschezza e mineralità in bocca. Millesimo atipico, il 2011, è risultato alla prova dei fatti un’ottima annata: una primavera mite, accompagnata da rare piogge intermittenti in estate, hanno creato le condizioni necessarie per ottime condizioni in fase di vendemmia. Successivamente fermentato in botti di rovere e maturato sui lieviti per sette anni. Il dosaggio è abbastanza ridotto: 4g/l.

James Bond e Bollinger: una passione lunga 40 anni

Lo Champagne Bollinger fece il suo esordio ufficiale sul grande schermo accanto a James Bond nel 1979, in “007 Moonraker”
Lo Champagne Bollinger fece il suo esordio ufficiale sul grande schermo accanto a James Bond nel 1979, in “007 Moonraker”

Era il 1979 quando, in “007 Moonraker” (conosciuto in Italia al grande pubblico come “Operazione Spazio”), lo Champagne Bollinger fece il suo esordio ufficiale sul grande schermo accanto al più famoso agente segreto britannico James Bond, interpretato in quell’occasione da Roger Moore. Celebri le ultime edizioni limitate 2002 e 2009, prodotte in occasione rispettivamente delle uscite di “Skyfall” e “Spectre”, 23esimo e 24esimo episodio della saga: anche in quelle emerge un mix di design e raffinatezza che ha saputo incantare appassionati e collezionisti.

Un pensiero su “James Bond: non serve attendere per il Bollinger 007 Millésime 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto