https://www.contadicastaldi.it/it/
BANNER
  • Meets

I fine wines sono diventati inaccessibili per il grande pubblico? Il pensiero di Angelo Gaja

Dello stesso argomento

BANNER

Oggi le migliori etichette sono disputate dai collezionisti di tutto il mondo a suon di valutazioni da capogiro. Tanto che, sempre più, i vertici qualitativi del vino mondiale sono diventati inaccessibili per una grande fetta di pubblico. Angelo Gaja ci spiega la sua visione sul tema:

“Gaja, come azienda, ha costruito una piramide che ha quale vertice i nostri vini, per poi scendere progressivamente nelle quotazioni con le tenute di Montalcino e Bolgheri. Abbiamo, in sostanza, voluto costruire un’offerta accessibile. Rispetto ai cosiddetti miti francesi o a quei produttori italiani che ricevono quotazioni da capogiro, non abbiamo mai ricercato un certo tipo di exploit commerciale in termini di valutazioni. Non dico che non ne saremmo ben contenti. E, non avendone gelosia o invidia, guardo con grande rispetto a quei vini italiani che sono acquistati dai più importanti collezionisti a prezzi elevati. Ritengo, infatti, che compiano una funzione molto importante in termini d’immagine per le produzioni del nostro paese. Soprattutto su quello che è l’immaginario di una certa nicchia di consumatori. Perché esistono sul mercato soggetti con disponibilità economiche particolarmente significative e che desiderano beni di consumo che non tutti possono permettersi. Accade per il vino, come in tanti altri mondi e settori. Come Gaja, soprattutto in ambito ristorazione, siamo riusciti a inserirci a un livello di prezzo adeguato alla nostra qualità, ma non sforando quella soglia che ci porrebbe, da un punto di vista commerciale, a confronto con i marchi francesi mito che dalla loro hanno una storia e una potenza di brand contro cui è difficile competere”.

Prosegue su Wine Couture la grande settimana dedicata a celebrare il re del Barbaresco, che sabato 7 marzo, ha compiuto 80 anni. Ogni giorno, un nuovo approfondimento con il pensiero di Angelo Gaja su tanti temi di attualitàaneddoti dal suo passato e il racconto della sua storia di produttore oltre i confini delle Langhe.

BANNER
BANNER
banner
banner
banner