La partenza col botto dei vini Pasqua nel 2022

Inizia con un brindisi il 2022 di Pasqua Vigneti e Cantine. E i calici sono alzati a una partenza col botto: come abbiamo raccontato, infatti, la prestigiosa rivista internazionale Decanter ha inserito Mai Dire Mai Amarone della Valpolicella 2012 tra i suoi Wines of the Year 2021. Con il rosso di punta tra le Icons della cantina veronese, unico Amarone in graduatoria.

L’etichetta ha ottenuto 96 punti: un riconoscimento importantissimo per le qualità espresse da questo vino, il cui carattere e forza hanno conquistato i giudici. E il punteggio ottenuto da Mai Dire Mai 2012 dimostra ancora una volta la capacità di Pasqua Vigneti e Cantine di comprendere ed esaltare, attraverso le sue diverse interpretazioni, le specificità di un terroir come quello della Valpolicella, adottando sguardi nuovi e innovativi allo stile di vinificazione. 

Ma non è stato l’unica medaglia che si è appuntata l’etichetta con questa annata. Quello che è un vino che racconta di una Nouvelle Vague tra i re dei rossi veronesi, oltre alla lusinghiera valutazione di Decanter, si è visto assegnare anche 93 punti da Robert Parker. Ma non sono stati gli unici consensi raccolti dalla cantina guidata dalla famiglia Pasqua.

La Nouvelle Vague dell’Amarone premiata: Pasqua fa en plein con i suoi vini

Non potevamo iniziare in maniera migliore questo anno, che per noi sarà ricco di nuove e stimolanti sfide”, commenta Riccardo Pasqua (in foto di copertina, a sinistra, con il padre Umberto e il fratello Alessandro), amministratore delegato di Pasqua Vigneti e Cantine, in merito all’exploit di inizio 2022. 

Investire su progetti di alto profilo valoriale e su stili di vinificazione innovativi si conferma la strada che la nostra azienda deve continuare a perseguire e questi riconoscimenti dimostrano quanto la nostra visione della Valpolicella e i continui investimenti su ricerca e sviluppo – sia in vigneto che in cantina – stiano raccogliendo consensi sia a livello italiano che internazionale”.

Ma l’inserimento dell’Amarone Mai Dire Mai 2012 tra i Wines of the Year 2021 di Decanter è solo l’ultimo premio di una lunga serie che coinvolge diverse produzioni della realtà veronese.

Robert Parker ha infatti assegnato 94 punti a Cecilia Beretta Amarone della Valpolicella Terre di Cariano 2015, 92 punti sia a Famiglia Pasqua Amarone della Valpolicella 2016 sia al multivintage superbianco Hey French prima edizione e 90 punti al Cecilia Beretta Picàie 2013

Luca Maroni nel suo Annuario dei migliori vini italiani 2022 ha premiato con 93 punti sia a Famiglia Pasqua Amarone della Valpolicella Riserva 2013 sia Y by 11 Minutes 2020, l’espressione più potente del rosé firmato Pasqua Vigneti e Cantine lanciato nel 2021.  Infine, sempre Maroni ha assegnato 92 punti al Cecilia Beretta Valpolicella Ripasso Doc Superiore 2019 e 90 punti a Soave Doc Classico Brognoligo 2020 Cecilia Beretta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto