https://www.banfi.it/it/
banner
  • Story

Sauvignon: una ricetta d’autore per il perfetto abbinamento

Dello stesso argomento

BANNER

Estate, stagione che invita a un buon calice di vino bianco. Soprattutto se l’etichetta scelta è uno dei Sauvignon più iconici dell’Alto Adige, quel Sanct Valentin firmato da Hans Terzer, wine maker di Cantina San Michele Appiano e superstar dell’enologia altoatesina. Un vino che domanda, dunque, il perfetto abbinamento, all’altezza del suo status. Ed è proprio quello che ha voluto ricercare la realtà vitivinicola cooperativa con il progetto Sogni Estivi. Ecco la ricetta d’autore per quei wine lover che amano, anche a casa, cimentarsi nella preparazione di piatti da veri chef da accompagnare in abbinamento al proprio vino preferito.

La ricetta del Risotto ai pomodori e pecorino affinato in grotta da abbinare al Sauvignon Sanct Valentin di Cantina San Michele Appiano

A firmare, con la collaborazione dell’Head Sommelier del Four Seasons e St. Michael-Eppan Lover Walter Meccia, il piatto dell’abbinamento con il Sauvignon Sanct Valentin di Cantina San Michele Appiano è Paolo Lavezzini, Executive Chef de “Il Palagio”, ristorante stellato del Four Seasons Hotel di Firenze. E la portata proposta è un Risotto ai pomodori di stagione e pecorino affinato in grotta. 

Per la preparazione del Risotto ai pomodori e pecorino affinato in grotta, lo chef inizia dal creare un brodo di pomodori di camone grigliati e una riduzione di succo di pomodoro (uno rosso ed uno giallo).

Poi, prosegue facendo seccare una parte delle foglie dei pomodori in forno e prepara, con la parte di foglie restante, un olio verde e profumato, cuocendo velocemente le foglie in acqua e sale e frullandole, una volta raffreddate, con dell’olio extravergine d’oliva. 

Successivamente lo chef procede alla preparazione del riso, partendo da un trito di cipolla bianca e un filo d’olio per la tostatura: dopo aver sfumato il riso con del vino bianco, passa alla cottura, aggiungendo un po’ per volta il brodo di pomodoro preparato in precedenza. 

A cottura ultimata, il risotto viene mantecato con burro, pecorino e olio. Con il tocco finale dello chef a prevedere la decorazione del piatto con la riduzione di pomodoro e la polvere delle foglie secche. 

La ricetta del Risotto ai pomodori e pecorino affinato in grotta in abbinamento al Sauvignon Sanct Valentin di Cantina San Michele Appiano.
In copertina, il Risotto ai pomodori e pecorino affinato in grotta dello chef Paolo Lavezzini (Ph. Martino Dini)

La filosofia nel piatto di Paolo Lavezzini, Executive Chef de “Il Palagio”, ristorante stellato del Four Seasons Hotel di Firenze

Nato nel 1989, il Sauvignon Sanct Valentin è uno dei Sauvignon più conosciuto e più premiato d’Italia. Dal frutto seducente, con eccellente mineralità e persistenza, e dotato di grande versatilità, questo vino è sicuramente la scelta perfetta per accompagnare il piatto estivo nella ricetta firmata dallo chef Paolo Lavezzini. 

Rispetto degli ingredienti e ricerca dei migliori piccoli produttori sono i valori al centro della filosofia in cucina dell’Executive Chef de “Il Palagio”. Con stagionalità e sostenibilità che si uniscono ad uno spirito di innovazione. 

Paolo Lavezzini, infatti, partendo dalle proprie origini italiane e nel rispetto della tradizione culinaria toscana, nei suoi piatti non rinuncia ad un tocco di internazionalità, attraverso l’impiego di alcuni ingredienti brasiliani, quali spezie o peperoncini. 

Allo stesso modo, la Cantina San Michele Appiano si fa custode della grande tradizione vitivinicola altoatesina, senza rinunciare all’importante contributo dell’innovazione tecnologica, che consente di raggiungere livelli qualitativi sempre più elevati.

Sauvignon Sanct Valentin 2021 Cantina San Michele Appiano

Da più di 20 anni il Sauvignon Sanct Valentin beneficia delle eccezionali condizioni offerte dalle singole e attentamente selezionate parcelle ai piedi della Mendola, per generare un grande vino di classe superiore dal frutto seducente, eccellente mineralità e persistenza. Uno dei vini bianchi più premiati d’Italia, al palato si presenta con la sua acidità croccante, morbida corposità ed elegante pienezza. Con un potenziale d’invecchiamento di 10 anni ed oltre, è consigliato da servire tra gli 8 e i 10°C. accompagnando qualsiasi occasione speciale. Si sposa meravigliosamente col pesce alla griglia, come il pesce persico e la sogliola oppure con il salmerino in salsa di peperoni, oppure ancora con un saporito risotto alle verdure, come la ricetta proposta sopra.

banner
BANNER
BANNER

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »

WineCouture, anno tre, numero 7/8: Bollicine audaci

Presente e futuro del segmento che sta trainando da tempo il vino made in Italy. Alle bollicine italiane è consacrato il nuovo numero di WineCouture. Quelle bolle d’Italia chiamate ad essere audaci, come ha evidenziato “l’uomo da copertina” Luca Serena e i 40 protagonisti, tra aziende, distribuzione, ristorazione, enoteche e consorzi, che hanno condiviso le loro riflessioni sul domani degli spumanti tricolore.

CONTINUA A LEGGERE »